Cortisonici, oltre due mila presenze

Grande successo per la kermesse varesina del cortometraggio, vince uno spagnolo. Gli organizzatori: nuovi spazi per la prossima edizione

Oltre due mila presenze in quattro giorni di programmazione per la kermesse varesina dei piccoli film, Cortisonici, giunta quest’anno alla terza edizione. Proprio a poche ore dall’assegnazione degli Oscar, a Varese si è svolta quindi un’altra premiazione dal respiro sempre più internazionale. La rassegna di cortometraggi, venti in tutto (alla segreteria ne erano giunti duecento) e provenienti da tutto il mondo, infatti, si è conclusa domenica sera (6 marzo) con le premiazioni che hanno visto assegnare dalla giuria il premio come miglior cortometraggio allo spagnolo Pablo Valiente con l’opera “Coniglio all’Aglio, peruviana e desolazione”, il racconto di un vecchio pornodivo che vuole girare il suo ultimo film. «Abbiamo dovuto faticare molto a trovare un vincitore, la media dei film in concorso era davvero alta – spiega lo sceneggiatore Pierpaolo Pirone, giurato insieme a Barbara Sorrentini (giornalista Radio Popolare), Luca Malavasi (docente universitario),  Lorenzo Bianchini (regista) -. È molto bello vedere un proliferare del genere nel cinema. Sono molto contento di questa esperienza varesina».

Ma il vero successo arriva proprio dal pubblico che ha fatto crescere negli anni la rassegna Cortisonici. Il primo anno il festival di cortometraggi durava solo due giorni, nel 2005 è stato portato a tre. La terza edizione ha visto, invece, nelle giornate di proiezione dei corti in concorso (venerdì e sabato sera), la sala di proiezione dell’Insubria sempre gremita di gente, con spettatori di tutte le età. Anche le tavole rotonde sul cinema e sul modo di fare cinema hanno fatto registrare il pienone, segno che l’attenzione per la settima arte, anche se in versione “corta”, è ancora in crescita.
La manifestazione è iniziata giovedì pomeriggio nella sede di Filmsudio 90, con i video realizzati dalle scuole: la sala proiezioni era gremita di studenti, docenti e genitori delle scuole elementari Adamoli di Besozzo, medie Pellico di Varese e Dante Alighieri di Cuveglio, liceo artistico di Busto Arsizio e CAG di Agrate.La giornata è poi proseguita con il concerto dal vivo e a seguire il “Focus on Korea”, con la visione di 4 opere che hanno suscitato un interesse inatteso e grandi consensi di pubblico. Particolarmente interessante l’incontro con Giorgio Ghisolfi (disegantore Disney), rivolto  all’attenzione dei più piccoli sul modo di fare animazione, ma anche l’incontro con Lorenzo Bianchini, autore di un sorprendente film horror in friulano.

Molti i premi assegnati: in considerazione della qualità delle opere in concorso la giuria ha voluto assegnare anche due menzioni speciali: “Oltre la barricata” di Andrea Cairoli e “Zakaria” di Gianluca e Massimiliano De Serio. Il premio del pubblico e il premio studenti dell’Università dell’Insubria è andato a “Buongiorno” di Melo Prino. Mentre il premio Ronzinanti è stato assegnato a “WFDinding” Joe Fava.
«Il successo ottenuto – spiega Massimo Lazzaroni, tra gli organizzatori dell’iniziativa – ci spinge alla riflessione sulla necessità di spazi più ampi per accogliere un pubblico tanto vasto. Ma anche a un eventuale allungamento dei giorni di proeizione. Chissà che già l’anno prossimo si riesca ad arrivare a cinque giornate di programmazione, tra cortometraggi in concorso ed eventi collaterali. Siamo molto soddisfatti di questa edizione di Cortisonici e naturalmente si punta sempre più in alto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.