“Daremo una scossa a questa sinistra”

Incontro della Rosa nel pugno con Ugo Intini e la moglie di Luca Coscioni

"Noi siamo la vera offerta differenziata del Centrosinistra". Ugo Intini si presenta a Varese e argomenta le ragioni del voto alla neonata Rosa nel pugno.
Un progetto politico che non ha il proprio obiettivo nelle sole elezioni politiche, ma che lancia una sfida su quattro temi: la laicità, l’anima libertaria e liberale e l’appartenenza occidentale.
"Noi esercitiamo una proposta forte per tutti quegli elettori stanchi del centrodestra ma che rifiutano l’integralismo cattolico o il comunismo. In tutto il mondo assistiamo a una progressiva avanzata di integralismi. Noi ci battiamo invece per la laicità. Abbiamo uno spirito anche libertario che si conrappone allo Stato etico. Non accettiamo che sia lo stato a imporre le scelte ai cittadini. Dobbiamo fare anche in Italia quanto si fa negli altri paesi europei a partire dai Pacs".
Ugo Intini si muove come un vero politico doc. Si può condividere o meno le tesi del suo partito, ma lui argomenta, spiega, sviluppa analisi politiche e propone risposte concrete. L’altro punto che ci tiene a sottolineare è quello che riguarda l’anima liberale. "I prodotti industriali in Italia si confrontano con il mercato e i suoi prezzi sono così in linea con il resto d’Europa. Non è la stessa cosa nei servizi dove non c’è concorrenza. Paghiamo tutto il 30% in più di molti altri paesi. I cittadini e le imprese pagano questo divario. Altro importante tema è proprio quello della concorrenza internazionale. Blair dice che lui ha tre priorità: istruzione, istruzione, istruzione. Anche noi ne abbiamo tre: istruzione pubblica, istruzione pubblica, istruzione pubblica. Ma perché mai lo Stato deve pagare con i soldi di tutti una scuola per pochi. oi dobbiamo insistere sulla qualità e sull’innovazione e per far questo dobbiamo investire sulla formazione".

IL tema della ricerca scientifica è un altro dei cavalli di battaglia della Rosa nel pugno e la presenza di maria Antonietta, moglie di Luca Coscioni appena scomparso a causa della sua malattia è una forte testimonianza dell’impegno di questo partito su un tema così delicato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.