Droga e tifoseria, 28 arresti in quattro province

Operazione condotta dalla questura di Varese negli ambienti della tifoseria calcistica tra Varese, Bergamo, Vercelli e Milano

Ventotto arresti nelle province tra Varese, Bergamo, Vercelli e Milano. L’operazione è stata realizzata dalla Polizia di Varese e in manette sono finiti i responsabili di un’associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga. L’operazione è coordinata dal servizio centrale operativo della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato e dalla direzione centrale dei servizi antidroga del Dipartimento della pubblica Sicurezza.

I particolari saranno resi noti nel corso della mattinata dalla Questura di Varese. Per ora si sa che in manette sono finiti italiani e albanesi, legati ad ambienti della tifoseria calcistica e ai movimenti di estrema destra. Un’altra quarantina di persone, oltre ai quasi trenta arrestati, sarebbero indagati a piede libero. Ottanta le perquisizioni eseguite su tutto il territorio interessato. I responsabili spacciavano ogni tipo di sostanza stupefacente: ecstasy, cocaina, cannabniodi e fughi allucinogeni. Secondo la Polizia i giovani e incalliti pusher non esitavano a ricorrere ad intimidazioni ad aggressioni fisiche utilizzando coltelli ed armi improprie contro concorrenti o “clienti” morosi.

(seguono aggiornamenti)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.