Esatri in sciopero venerdì 31

Lo sciopero indetto dai lavoratori per l'intera mattinata, con presidio in piazza Repubblica, contro la vendita di Banca Intesa

Riceviamo e pubblichiamo

Le Lavoratrici ed i Lavoratori di ESA.TRI., in provincia di Varese, scioperano venerdì 31 Marzo p.v., per l’intera mattinata, con presidio davanti alla sede di Piazza della Repubblica a Varese.

Motivo della protesta è l’atteggiamento di Banca Intesa che, dopo aver preso la decisione di vendere le esattorie allo Stato, procede ad un’ennesima ristrutturazione aziendale che mira, strumentalmente, ad abbassare il costo del lavoro tagliando i diritti maturati in anni di sacrifici, dai Lavoratori di ESA.TRI., e cioè:

· Le condizioni del Contratto Integrativo,
· il riconoscimento della pensione integrativa,
· l’assistenza sanitaria,
· le condizioni per mutui e prestiti.

Dopo mesi di intensa trattativa, i Lavoratori di ESA.TRI., prendono atto dell’indisponibilità aziendale a riconoscere quanto di loro spettanza e protestano con forza contro la logica di ridimensionamento ingiustificato. ESA.TRI. è infatti un’azienda che consegna ogni anno alla capogruppo Banca Intesa, milioni di Euro di utile!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.