Fermato al Gaggiolo, clonava bancomat e carte di credito a Fermo

L'uomo era sottoposto ad un'ordinanza di custodia cautelare in provincia di Ascoli Piceno con altri 42

Il suo nervosismo ha insospettito gli agenti di Polizia di Frontiera dipendenti dal comando di Luino al valico del Gaggiolo e così, ieri alle 16, sono scattati i controlli alla dogana. L’uomo fermato, S.B. rumeno di 44 anni, è risultato essere sottoposto ad un’ordinanza di custodia cautelare  emessa dal Gip di Fermo, in provincia di Ascoli Piceno, risalente addirittura al 2004.

L’ordinanza emessa dalla procura del comune del centro-Italia coinvolgeva ben 42 rumeni i quali  avevano costituito una vera e propria organizzazione a delinquere finalizzata alla clonazione di carte di credito e bancomat e alla falsificazione di  documenti d’identità. L’arrestato è stato associato al Carcere Miogni di Varese a disposizione dell’A.G.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.