Gli islamici pregano in strada. E aspettano le elezioni

Ennesima funzione davanti all'ex centro culturale di via Peschiera. Niente manifestazione sabato 1 aprile: "Speriamo si sbocchi la situazione dopo il voto"

Ennesima preghiera in strada della comunità islamica di Gallarate. Domani, 31 marzo, per la preghiera del venerdì, i musulmani si ritroveranno davanti all’ex centro di via Peschiera a Cedrate: «Spero che la situazione trovi una soluzione – dice Mohamed Rachdi -. Dopo l’incontro con il Prefetto mi auguro che i sindaci riescano a proporre alternative valide per la comunità islamica». Sabato prossimo, 1 aprile, niente presidio in piazza. Dopo gli scontri della scorsa settimana, i musulmani hanno deciso di «attendere le elezioni, dopo speriamo che si sblocchi qualcosa», spiega Rachdi.

Per il momento dai comuni limitrofi a Gallarate non sono giunte segnalazioni: tutti hanno preso tempo, in attesa di controllare i rispettivi piani regolatori, per poi proporre alternative valide alla Provincia di Varese e al Prefetto. Nei prossimi dieci giorni chi ha proposte le presenterà, provando a mettere un tassello positivo al muro contro muro che le parti fino ad ora hanno costruito a Gallarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.