I 15 misteri della via Crucis spiegati dal filosofo Reale

Il 10 aprile il noto filosofo commenterà le 15 formelle della chiesa di San Pietro e Paolo realizzate da famosi artisti accompagnato dal Quartetto d'archi della Scala

A settembre dell’anno scorso vennero posate all’interno della chiesa prepositurale Santi Pietro e Paolo di Luino le 15 formelle che rappresentano il calvario di Gesù fino al Golgota forgiate da 15 sapienti paia di mani di artisti provenienti da luoghi differenti. Il prossimo 10 aprile, dalle 21 al teatro sociale di Luino, i significati filosofici di quelle formelle realizzate da 15 affermati artisti verranno spiegati uno ad uno svelandone il mistero che le accompagna. Le riflessioni sono quelle contenute nel suo libro che accompagna le formelle dal titolo, appunto, «Riflessioni sulla via Crucis» edito da Francesco Nastro.

Camus, Kirkegaard, Schelling ma anche il Papa Benedetto XVI sono citati dal grande pensatore intimamente legato a Luino. Ad accompagnare il filosofo nella sua spiegazione ci sarà il Quartetto d’archi della Scala formato da Francesco Manara, Pierangelo Negri, Simonide Barconi e Massimo Polidori eseguirà «Le ultime sette parole del nostro Salvatore sulla croce» di Franz Yoseph Haydn. Infine l’attore Carlo Rivolta interpreterà alcuni passi del libro.

La serata è organizzata dall’Ascom di Luino, in collaborazione con Amministrazione Comunale e Pro Loco con il patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Varese, con il con il contributo del Lions Club, dell’Associazione Amici del Liceo, del Gruppo Alpini di Luino e del Comitato per la realizzazione della Via Crucis. Le quindici opere di altissimo livello artistico possono essere visionate all’interno della chiesa dei Santi Pietro e Paolo negli orari di apertura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.