I “Papà separati” si costituiscono parte civile

L'azione è rivolta contro un genitore accusato di non aver fatto incontrare per lungo tempo il figlio al genitore non affidatario

Il 16 marzo, quindici giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la legge sull’affido condiviso entra in vigore. "Non è la legge che sognavamo ma sicuramente rappresenta un passo in avanti – spiega una nota dell’Associazione papà separati di Varese – d’altro canto a gennaio i tempi per l’approvazione erano strettissimi e non c’è stato il tempo per emendamenti migliorativi. Siccome la legge lascia ampi margini di discrezionalità al giudice, riteniamo purtroppo difficile che un tribunale storicamente severo con la parte maschile come quello di Varese stravolga di colpo i suoi canoni. Ci vorrà ancora tempo e molto lavoro culturale. Migliore invece la situazione a Busto".

Sempre giovedì 16 marzo, dopo il rinvio di febbraio, al Tribunale di Varese, di fronte al giudice penale Chiara Valori per la prima volta in Italia una Associazione di genitori (Papà separati dai figli-Varese) chiederà la costituzione parte civile contro un genitore accusato di aver impedito al coniuge non affidatario di frequentare il figlio.

Nel corso del procedimento penale per il reato di inottemperanza ed elusione del provvedimento del giudice circa il diritto dovere del genitore non affidatario di frequentare il figlio (art 388 cp) la Associazione chiederà il risarcimento. «Si tratta infatti – spiega uno dei soci fondatori, il pediatra Edgardo Marziani – di un reato grave contro i diritti universali di ogni bambino alla bigenitorialità. Diritti per i quali noi ci battiamo e che sono riconosciuti dalla Convenzione di New York e, ora, anche dalla nuova legge sull’affido condiviso. Il genitore che si macchia di questi reati compie un attentato contro l’infanzia. È scientificamente dimostrato che i bambini che oggi sono alienati di un genitore, rischiano di essere gli psicopatici di domani: di qui l’interesse diffuso della società che sottende la richiesta di parte civile».

Domenica 19, dalle 15.00, Festa del Papà presso la Miniera di Giove in via Settembrini 4 a Malnate. Mercoledì 22 presso la sede  UGL di via Rainoldi 20 a Varese, alle ore 21, incontro della Associazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.