«Il 5 per mille al nostro Comune»

L'invito del sindaco di Buguggiate ai concittadini in una lettera aperta

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta alla cittadinanza inviata alle famiglie buguggiatesi dal sindaco Alessandro Vedani. Nella lettera si offre la possiblità di devolvere il 5 per mille della propria dichiarazione dei redditi a sostegno delle attività sociali svolte dal comune.
Invitiamo gli amministratori di altri Comuni che volessero chiedere ai cittadini di devolvere il 5 per mille a scrivere a
redazione@varesenews.it.

Gentile concittadina/o,

Cordialmente, 
il Sindaco
Alessandro VEDANI

nella prossima dichiarazione dei redditi i cittadini potranno scegliere se destinare il 5 per mille dell’IRPEF a sostegno delle attività sociali svolte dai Comuni. 
E’ infatti previsto che, con la dichiarazione dei redditi relativa al 2005 (mod. CUD, mod. 730 oppure mod. Unico, di cui si allegano alcuni stralci), i contribuenti potranno decidere di destinare il 5 per mille a sostegno delle attività sociali del proprio Paese. 
La scelta avverrà con un meccanismo simile a quello già utilizzato per esprimere la preferenza circa la destinazione dell’8 per mille. E’ importante sapere che la nuova possibilità di destinare la quota del 5 per mille non è alternativa, ma si aggiunge al già noto 8 per mille.
I contribuenti, infatti, oltre ad apporre l’abituale firma per decidere a quale destinazione attribuire l’8 per mille, potranno esprimersi anche a proposito dell’ulteriore quota del 5 per mille da imputare al sostegno delle nuove finalità introdotte con la legge finanziaria. 
Non è un mistero che i Comuni abbiano subito in questi anni pesantissime decurtazioni dei trasferimenti dello Stato, indipendentemente dal colore politico dei governi che si sono succeduti. In più si sono aggiunte nuove competenze e attivati nuovi servizi. Le risorse mancanti sono state reperite principalmente da parte dell’Amministrazione Comunale di Buguggiate attraverso la razionalizzazione della spesa e la riorganizzazione della struttura, evitando di aumentare la pressione fiscale (l’ICI sulla prima casa è rimasta invariata dal 1999).
E’ in base a queste riflessioni che invito i cittadini buguggiatesi  a porre una firma nello spazio del 5 per mille della propria dichiarazione dei redditi. Non costa nulla e aiuta il nostro Paese a reperire risorse per far fronte ai bisogni sociali; ciò evita al Comune di ricorrere ad aumenti tributari (che evidentemente costano al contribuente…).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.