Il Gruppo Civico rigetta l’ultimatum di Insieme per Castellanza

Duro comunicato a firma di Celso Costantini per dire 'no' alla perentoria richiesta di IpC di un incontro in tempi brevi

Riceviamo e pubblichiamo


Il
Gruppo Civico prende atto dell’ennesimo ultimatum da Insieme per Castellanza (http://www3.varesenews.it/busto/articolo.php?id=45372),
che sembrerebbe voler riaprire un tavolo per una verifica a tre con il Gruppo
civico e il Grande centro.

 

Se tale
missiva fosse arrivata un mese fa, quando invece Insieme insisteva per fare
incontri ‘a due’ con gli altri gruppi, sarebbe stata accolta a braccia aperte.

Oggi
invece la richiesta di incontro tra i gruppi è diventata inaccettabile e viene
anzi recepita dal nostro Gruppo, e non solo, come plateale e di
facciata
.

 

Tre
sono i motivi che ci fanno respingere senza alcuna riserva questa
‘proposta’:

-
arriva tardi, troppo tardi per poter avere un contenuto costruttivo, quando
Insieme già ha dichiarato le proprie pregiudiziali
programmatiche;

-
arriva ‘male’, tramite una perentoria mail nella tarda serata di mercoledì
mentre alla stampa la notizia già infiocchettata era stata data ore prima,
addirittura infarcita con considerazioni sul logo di
Insieme Per Castellanza che verrebbe riutilizzato per la prossima campagna
elettorale, integrato con la dicitura “Il
CentroSinistra”
;

- è
addirittura ‘non ricevibile’, perchè restano pubblicamente manifestate e non
smentite da Insieme le dichiarazioni di Gianni Bettoni, membro del comitato
direttivo di Insieme, permeate da una personalistica e subdola avversione verso
l’ex-sindaco Livio
Frigoli
che del nostro Gruppo Civico è certamente un membro
irrinunciabile e del centrosinistra fa parte a pieno titolo, ricoprendo oggi la
carica di vicepresidente dell’Associazione per la costituzione del Partito
Democratico, cioè membro di un direttivo di cui fanno parte personaggi come
Riccardo Sarfatti, Michele Salvati e Gad Lerner (tanto per fare qualche nome
…).

 

Riteniamo che il gruppo Insieme per Castellanza abbia lavorato piegato su
di sè, in modo egocentrico, anteponendo i ‘propri’ tempi e le ‘proprie’ priorità
per compattarsi con la presunzione di poter vincere ‘da soli’ le elezioni. Una
presunzione che sta pagando a caro prezzo perchè la ha portato addirittura a
perdere l’ex candidato sindaco Mino Caputo e, se la storia insegna, tale
atteggiamento porterà il gruppo Insieme ad affrontare debole e isolato le
prossime elezioni.

Ma
quale gruppo (Grande Centro, Gruppo
Civico o anche gruppi con un numero inferiore di iscritti) potrebbe accettare un
invito ad essere ‘annesso’ a Insieme per
Castellanza?

 

Altri
gruppi politici e alcuni cittadini precedentemente non impegnati politicamente
hanno invece lavorato e stanno lavorando senza tanti proclami. Non per un
simbolo o per ingraziarsi uno o più partiti. Questi gruppi e molti cittadini
vogliono che le elezioni le vinca Castellanza.

 

Alla
fine, rifiutato da Insieme l’invito per un incontro allargato a tre con il
Grande Centro da noi chiesto un mese fa, inutili i successivi incontri a due tra
i gruppi da parte nostra, la convinzione che abbiamo maturato è che con questo
approccio fatto di proclami e ultimatum si stia solo prendendo tempo, si stia
solo sottraendo tempo al momento del costruire con nuovi linguaggi e nuovi
mattoni.

 

Il
risultato è che Insieme per Castellanza andrà da sola alle elezioni, escludendo
buona parte dei cittadini veri simpatizzanti del centrosinistra e della società
civile.

 

Il
Gruppo Civico ha imboccato una strada precisa e senza ritorno: costituzione ‘da
zero’ di una lista civica ad adesione individuale i cui promotori stanno proprio
in queste ore lavorando alla definizione dei principi e dei criteri
costitutivi.

 

Ci
chiediamo se Insieme per Castellanza e soprattutto i suoi aderenti, a
titolo individuale, vorranno essere della partita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.