Il Mondiale sale sul pullman

Un motor-home attrezzato propaganderà Varese 2008 in occasione dei più importanti appuntamenti ciclistici. Primi sopralluoghi all'ippodromo

A sei mesi di distanza dall’assegnazione dei Mondiali 2008 alla Città Giardino, il comitato organizzatore inizia a svelare alcune delle iniziative in cantiere per il prossimo futuro e a fare il punto della situazione con una conferenza stampa nelle eleganti sale del Palace Hotel.

«Il quadro dirigenziale di Varese2008 spa (la società per azioni che organizzerà la manifestazione ndr) ha ormai preso forma con gli incarichi di Oldani a vicepresidente con delega all’organizzazione sportiva, di Sola che sarà il direttore generale, di Augusto Conti e Giorgio Gaspari» ha detto il presidente Amedeo Colombo. «In questi primi mesi però non siamo stati con le mani in mano ma abbiamo iniziato a pianificare gli impegni cui far fronte».
Impegni un po’ in tutti i campi, dal marketing agli accordi con gli organizzatori di Mendrisio 2009 «con i quali ci siamo incontrati e con cui collaboreremo ad esempio per abbattere alcuni costi» ha spiegato Gabriele Sola.
Il direttore generale ha poi illustrato un’iniziativa che partirà tra poche settimane: il "motor-home" (foto) che porterà i colori di Varese 2008 sulle strade di alcuni dei principali appuntamenti ciclistici nazionali. «Il pullman iridato servirà a propagandare il logo dei mondiali al pubblico del pedale ma anche a vendere il merchandising ufficiale che presenteremo tra non molto tempo. Inoltre stiamo cercando un partner per realizzare proposte turistiche da proporre agli appassionati: il Mondiale non dovrà essere solo un evento che dura una settimana, ma un esperienza lunga tre anni in grado di portare in città turisti a vocazione ciclistica». Il pullman marchiato "Varese2008" sarà anche a Salisburgo a settembre per l’appuntamento iridato di quest’anno. «Sarà il motor-home ufficiale della squadra azzurra, in accordo con la Federazione e seguirà anche le nazionali di ciclocross e mountain bike».

Un altro punto nevralgico della rassegna iridata è stato toccato da Renzo Oldani: «Abbiamo dato il via ai sopralluoghi all’ippodromo dove saranno situate partenza e arrivo delle gare. Il problema maggiore sarà quello di coprire la pista in erba con una superficie su cui i corridori possano transitare nelle condizioni di massima sicurezza. Ci sono diverse ipotesi allo studio per la realizzazione e a settembre svolgeremo alcune prove in tal senso. Nel frattempo abbiamo iniziato ad allestire i nostri uffici alle Bettole».

I contatti comunque proseguono a trecentosessanta gradi. Sull’agenda degli organizzatori ci sono appuntamenti con gli amministratori locali e altre realtà del territori, comprese l’università e la protezione civile. I 13 comuni toccati dalla gara avranno a disposizione una segnaletica e un marketing "personalizzato" mentre in futuro a Varese verranno posti cartelli stradali sul percorso della corsa. «Un modo per far capire a cittadini, turisti e curiosi che si trovano già all’interno del Mondiale».
Sul tavolo ci sono anche idee per le iniziative collaterali e la presenza di Valerio Festi (il suo studio ha organizzato l’allestimento delle cerimonie a Torino 2006) alla riunione di oggi è significativa in tal senso.

«Ma dobbiamo fare i conti con i soldi – ha ricordato Colombo – Abbiamo una promessa che per il Mondiale vengano stanziati 30 milioni per tutto quello che serve, 3 dei quali ci aspettiamo che siano versati al comitato organizzatore. Proprio per questo mi attendo che venga nominato un commissario apposito che possa sovraintendere agli aspetti finanziari. La sua nomina dovrà avvenire prima del 9 aprile, anche perché questa figura deve andare oltre la politica: però non penso che un eventuale cambio del Governo possa condizionare gli stanziamenti. Certo, per Mendrisio il Cantone, il Comune e lo Stato si sono già impegnati per iscritto a coprire eventuali debiti; qui purtroppo siamo ancora alle promesse».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.