Il Ticino presentato dal Parco Pineta

Sabato 18 marzo alle 17.30 il Parco Pineta presenterà con proiezione e documentazione fotografica quel grande corridoio naturale tra Alpi ed Appennini che è il Parco del Ticino

Nuovo incontro del Parco Pineta in biblioteca a Tradate. Dopo lo straordinario successo del primo appuntamento lo scorso febbraio, l’ente naturalistico prosegue il percorso "Letteratura e natura" presentando, con tanto di proiezione e incontro con esperti, un altro importante parco: il Parco Lombardo della Valle del Ticino. L’incontro si terrà in biblioteca sabato pomeriggio, 18 marzo, alle 17.30 ed è rivolto a grandi e piccoli, famiglie e appassionati di natura e percorsi naturali. Un modo per scoprire una grande area verde dove passare una giornata in tutta rilassatezza alla scoperta della natura.

Il Parco del Ticino è stato il primo Parco Regionale d’Italia: fu istituito nel 1974 con una legge di iniziativa popolare; oggi è un Consorzio di cui fanno parte 47 comuni e 3 province (Varese, Milano e Pavia) e occupa un territorio di circa 90 mila ettari.
La Valle del Ticino porta i segni di un’antropizzazione antica e di un recente grande sviluppo urbano e industriale, ma è anche un territorio in cui sono presenti condizioni di eccellenza da un punto di vista ecologico, architettonico e culturale.
Il fiume Ticino e i suoi boschi non sono solo un grande polmone verde, ma costituiscono anche il più importante corridoio naturaletra Alpi ed Appennini, anello essenziale di connessione biologica tra Europa continentale, il bacino del Mediterraneo e l’Africa. Il Parco racchiude, inoltre, un mosaico di ambienti naturali rappresentato da corsi d’acqua, ambienti ripariali, zone umide ed ecosistemi agricoli.

Nel corso dell’incontro, presentato dal Parco Pineta, sarà proiettata una presentazione che descrive le principali caratteristiche dell’area protetta, i compiti istituzionali, gli indirizzi di conservazione del territorio e le attività di ricerca scientifica. Saranno inoltre messe a disposizione per la consultazione o l’acquisto alcune pubblicazioni divulgative del Parco riguardanti la flora e la fauna, i sentieri ciclabili e pedonali, oltre ad una serie di pubblicazioni scientifiche sul monitoraggio della qualità delle acque, lo stato di salute della vegetazione, le reti ecologiche, ecc. Interverrà la Dott.ssa Valentina Parco, biologa, dell’Ufficio SIC-ZPS (Siti di Importanza Comunitaria e Zone di Protezione Speciale).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.