Il Varese fa cinquina, la C2 è a un passo

Varese–Uso Calcio 5-1. I biancorossi travolgono la diretta avversaria davanti a un grande pubblico. Per la festa manca solo la matematica

Cinque reti, un dominio territoriale durato tutti i 90’, una cavalcata lunga tutto un campionato. Il Varese di Devis Mangia e Luca Sogliano sigilla la propria, strepitosa, stagione 2005-2006 strapazzando a Masnago l’Uso Calcio. La formazione bergamasca era l’unica antagonista rimasta in corsa per la vittoria del girone ma i biancorossi hanno risolto anche questa pratica nel modo più evidente possibile. 5-1 il finale, davanti a oltre 2.500 spettatori che ora attendono solo le prossime partite per ritornare in Serie C2. Un traguardo ormai scontato ma soprattutto un obiettivo, anzi, l’obiettivo, raggiunto con largo anticipo e con altrettanto grande merito.

E’ un Franco Ossola fragoroso quello che accoglie il “suo” Varese all’ingresso in campo (foto). Un mare di bandierine sulle due tribune dove spuntano fumogeni, sciarpe e striscioni come non se ne vedevano da tempo. Mangia mette in campo l’undici di sempre, quello che gli dà le maggiori garanzie e che ha permesso al Varese di presentarsi alla partitissima con otto punti di vantaggio.

Pronti-via e il Varese passa al primo affondo, al minuto numero 8: è Sehic a fare il grosso del lavoro, svettando di testa sul dischetto del rigore e servendo un Franco Lepore bravo a inserirsi. Il talentino pugliese controlla nei pressi dell’area piccola e fa secco un incolpevole Colleoni (1-0).

Al 14’ è tutto l’attacco di casa che costruisce un’azione interessante, iniziata da Bortolotto sulla destra e conclusa dalla parte di Sehic che però non arriva all’appuntamento con la sfera. Passano 2’ e Bortolotto lascia sul posto due avversari guadagnando una punizione sul vertice destro dell’area: batte teso Troiano che non trova deviazioni davanti alla porta.

Il pericolo risveglia il Calcio che prova a esercitare un po’ di pressione (bravo Spampatti, autore di una sgroppata di 50 metri fermata da Cozzi) ma è di nuovo la squadra di Mangia a pungere al 23’: traversone di Macchi e testa di Bortolotto con palla deviata in angolo. Sul corner è lo stesso Bortolotto a raddoppiare: pallone battuto da Troiano e inzuccata dell’ala padovana alla nona rete stagionale: 2-0.

Al 29’, prima parata di Dei Forti (rimarrà pressoché l’unica) su punizione precisa di Tarallo da molto lontano, ma è un tentativo isolato, perché è sempre il Varese a fare gioco e a segnare di nuovo al 34’. Il merito è del più “piccolo”, Eros Pisano, spuntato dalla difesa per giungere puntuale su un rimpallo seguito a una punizione di Lepore e per mettere in gol (3-0). Il calcio da fermo era scaturito da una galoppata di Troiano che aveva causato anche l’ammonizione di Forlani.

Il difensore dell’Uso si riscatta al 37’ accorciando le distanze: cross di Montemurro da destra, uscita a farfalle di Dei Forti e colpo di testa ravvicinato per il 3-1.
Prima del riposo altro brivido per la difesa ospite: punizione di Lepore sugli sviluppi della quale prima Corallo centra la traversa e poi Colleoni salva ancora su Pisano.

Dopo la pausa la prima occasione buona è per Corallo che spara alto da buona posizione dopo un passaggio di tacco firmato dal solito Bortolotto, il quale poco dopo duetta alla grande anche con Sehic guadagnando un corner. Il numero 7 è scatenato e all’8’ conclude a lato un diagonale di destro.

Al 19’ la squadra di Crotti perde Leoni, espulso per somma di ammonizioni dopo un brutto fallo a centrocampo su Troiano. Con l’uomo in più i ragazzi di Mangia si permettono qualche preziosismo, senza però impensierire Colleoni.

Bisogna dunque attendere il 34’ quando il Varese cala il poker ancora con Lepore: Pisano trova spazio sulla destra da dove mette al centro un cross basso; il giovane salentino si avventa sulla sfera e con un destro al volo insacca a fil di palo il 4-1 (foto in alto, il Varese esulta).

Lo stadio torna a colorarsi di biancorosso, vuoi per l’esultanza, vuoi anche perché Mangia richiama in panchina prima Bortolotto e poi Lepore che raccolgono un’ovazione a sottolineare la loro straordinaria prestazione.

Gli ultimi 10’ sono tutti rivolti al futuro: si riaprono le bandiere e i quasi 3.000 di Masnago tornano a invocare a gran voce la serie C, salutata nel modo migliore quando Francisco Confeggi getta sul tavolo verde il quinto asso: suggerimento di Sehic e conclusione del gaucho per il 5-1 in pieno recupero.

Manca ancora la certezza matematica, ma i fantasmi degli ultimi anni spesi tra sofferenze, retrocessioni e carte bollate sono andati, vinti, battuti, come canterebbe De Gregori. La serie C è tornata in città, i vessilli biancorossi che sventolano su Masnago sono lì a ricordarlo a tutti.

Varese – Uso Calcio 5-1 (3-1)

Marcatori: Lepore (V) all’8’ pt; Bortolotto (V) al 23’ pt, Pisano (V) al 34’ pt, Forlani (U) al 37’ pt; Lepore (V) al 34’ st, Confeggi (V) al 49’ st.

Varese: Dei Forti, Pisano, Macchi, Dionisi, Troiano, Cozzi, Bortolotto (Pascuccio dal 36’ st), Confeggi, Sehic, Lepore (Cunati dal 38’ st), Corallo (Bilardo dal 40’ st). All. Mangia. A disp.: Verderame, Palazzo, Marelli, M. Fernandez.
Uso Calcio: Colleoni, Tarenghi (Ferrari al 29’ st), Taormina (Montanaro dal 37’ st), Rubinacci, Forlani, Mignani, Oberti, Leoni, Tarallo, Montemurro (Panzeri dal 22’ st), Spampatti. All. Crotti. A disp.: Vecchiarelli, Galimberti, Piegari, Sala.

Arbitro: Carbone di Napoli (Delegà, Cosenza). Spettatori: oltre 2.500. Note.  Giornata fresca e nuvolosa, terreno in non buone condizioni. Calci d’angolo: 7-4 per il Varese. Ammoniti: Forlani, Leoni, Lepore. Espulso: Leoni (U) per doppia ammonizione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.