Il Varese vuole uno stadio biancorosso per il big match con l’Uso

Duemila bandiere saranno distribuite ai tifosi in occasione della partita di domenica. Squalificato il bergamasco Pelati

Duemila bandiere da distribuire ai tifosi e l’invito a presentarsi allo stadio “Franco Ossola” domenica prossima, 19 marzo, colorati di biancorosso. Cappellini, sciarpe, giacche, felpe, maglioni, pantaloni, guanti, insomma qualsiasi cosa che richiami i colori sociali della squadra.

L’attesa per Varese 1910–Uso Calcio, scontro al vertice del campionato di serie D che mette in palio tre punti fondamentali nella corsa promozione, cresce giorno dopo giorno. La società del presidente Maroso chiama così a raccolta tutti i propri sostenitori, mantenendo tra l’altro tutte le agevolazioni già in corso per l’ingresso allo stadio, in modo da richiamare un pubblico caldo e folto. A sostenere Macchi e compagni ci dovranno essere sugli spalti del “Franco Ossola” famiglie con bambini, gruppi di amici, studenti, pensionati, soci dei club e ultras: tutti impegnati fianco a fianco nel tifare Varese.

La squadra di Devis Mangia ha intanto ripreso gli allenamenti con la sola assenza dell’influenzato Alessio Dionisi. È rientrato nei ranghi invece il giovane Marco Cunati, alle prese settimana scorsa con la tendinite. Nessuna cattiva notizia dal giudice sportivo che, come previsto, non ha fermato nessun biancorosso in vista di domenica. Uno squalificato invece in casa bergamasca: si tratta di Ivan Pelati che resterà fermo un turno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.