In Lombardia è Carnevale tutto l’anno

Curiosità nei dati elaborati dalla Camera di Commerico di Milano: nella scelta dei nomi di nuove imprese vanno sempre forte i nomi delle più popolari maschere italiane. Il più amato è Pulcinella

Carnevale non solo periodo di frizzi e lazzi ma anche fonte di ispirazione per molti imprenditori italiani. Tanti, infatti, hanno scelto per la propria denominazione sociale un nome, proprio o comune, legato a questa festività. Sono ben 130 le imprese sul territorio nazionale che portano il nome di una delle più famose maschere italiane, Pulcinella. Ma in Italia ci sono anche 120 imprese Arlecchino e 69 Colombine. Meno amati Brighella (8 imprese) e Balanzone (3 imprese). E, restando in tema, ci sono poi 13 imprese “Coriandoli” e 2 “Stelle filanti”.

I dati emergono da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese aggiornato a febbraio 2006.

Spetta alla Lombardia il primato di imprese intitolate ad Arlecchino e Colombina (rispettivamente 27 e 16 imprese, il 22,5% e 23,2% dei corrispettivi totali nazionali) ma anche la seconda posizione nazionale per numero di imprese intitolate a Pulcinella. Il primato su questo nome spetta naturalmente alla Campania con 22 imprese, il 16,9% del totale nazionale. Le 3 maschere più conosciute sono complessivamente scelte anche da 41 imprese dell’Emilia Romagna (2° posizione per imprese Arlecchino, 3° per Pulcinella e Colombina).

E se alcune imprese sono strettamente legate al Carnevale anche per l’attività esercitata come il laboratorio di costumi di Carnevale Arlecchino, le altre si dedicano ai settori di attività più diversi. Le imprese Pulcinella sono attive soprattutto nella ristorazione, molte le pizzerie, ma ci sono anche l’assemblaggio bomboniere e la toelettatura a domicilio di animali domestici Arlecchino, o la carrozzeria Colombina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.