In marcia verso Roma le Guardie Svizzere faranno tappa a Ispra

La località del Verbano ospiterà la prima tappa italiana delle 70 ex-guardie che scenderanno a Roma lungo la via Francigena a partire dal 7 aprile in occasione del cinquecentenario.

Cinquecento anni fa partirono alla volta dello Stato del Vaticano per difendere Giulio II. Ora ripercorreranno lo stesso percorso partendo da Magadino e passando da Ispra: sono le mitiche e colorate Guardie pontifice svizzere che da mezzo millennio affiancano il Papa e difendono, oggi solo simbolicamente, il Vaticano.

In occasione del quinto centenario della loro istituzione un gruppo si imbarcherà il prossimo 7 aprile su di un battello nella località ticinese in cima al lago Maggiore per poi sbarcare a Ispra, all’estremità opposta, e iniziare il loro lungo viaggio a piedi dalla località varesina fino a Roma dove inizieranno i festeggiamenti a partire dal 3 fino al 6 maggio. Sarà proprio la località varesina sul lago ad ospitarli nella loro prima tappa lungo l’Italia rievocando la celebre via Francigena battaglie comprese. Ad esempio quella nei pressi di Piacenza in cui persero la vita in 147 nel 1527 per andare a difendere la Roma papale di Clemente VII dal saccheggio.

Ad annunciare l’evento è l’assessore alla comunicazione isprese Giuseppe La Zia che annuncia una giornata di festeggiamenti a Ispra per il 7 aprile. «Abbiamo ivitato tutti a questo grande evento che abbiamo l’onore di ospitare – ha detto La Zia – dal questore al presidente del consiglio regionale. Per la nostra cittadina sarà un evento fuori dal normale e vogliamo dare la migliore accoglienza possibile alle guardie del Papa». Saranno 70 ex-guardie a farsi carico di questo lungo viaggio di 715 Km da Bellinzona a Roma e che prevede 23 giorni di marcia e 4 di riposo lungo la storica via aperta dai romani e utilizzata per secoli e secoli dai vari eserciti che scesero e salirono lungo lo stivale. La tappa isprese sarà la prima in terra italiana e si carica, dunque, di importanti significati simbolici.

Ecco il programma della tappa isprese: alle ore 17 è previsto l’arrivo all’imbarcadero di Ispra del battello che verrà accolto e salutato dal sindaco e dal Presidente della Provincia. Seguirà un percorso cittadino che porterà i marciatori accompagnati dalla banda fino in piazza San Martino dove si terranno i discorsi delle autorità. In Municipio verrà posta una targa commemorativa dell’evento con benedizione del cardinale Tettamanzi, anche se non è ancora confermata la sua presenza, e concerto finale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.