Influenza aviaria, i consigli del Comune

Invito pubblico ai cittadini con cinque misure da adottare

Misure per prevenire l’influenza aviaria tra le specie animali ritenute a rischio. Il dirigente della Tutela Ambientale del Comune di Varese, Marco Roncaglioni, ha infatti predisposto un avviso pubblico in cui si invitano i cittadini che possiedono animali considerati a rischio per la malattia (polli, galline, faraone, tacchini, anatre, oche e, in genere tutti i volatili) ad adottare alcuni comportamenti.

Si tratti di cinque misure:

Custodire gli animali al chiuso o in pollai protetti da doppia rete antipassero in modo da evitare, per quanto possibile, contatti di volatili domestici con volatili selvatici;
Sistemare le mangiatoie esclusivamente in luogo chiuso o comunque coperte in modo da impedire la sosta dei volatili selvatici e il contatto col mangime e l’acqua destinati al pollame;
Non lasciare alimenti abbandonati a disposizione di animali selvatici;
Non abbeverare gli animali con acqua proveniente da serbatoi di superficie cui abbiano accesso i volatili selvatici;
segnalare al Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’A.S.L. – Via O . Rossi n. 9 ogni caso di mortalità anomala dei volatili del proprio allevamento

«Abbiamo aderito all’appello dell’Asl – spiega Roncaglioni -: confidiamo nella collaborazione dei varesini. Siamo comunque a completa disposizione per ogni spiegazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.