L’elezione del baby sindaco si tinge di rosa

Fascia tricolore per Suela Guraleci della Giuseppe Parini: «Il mio sogno? Far costruire un’università dell’arte e dello spettacolo»

Sarà che si è parlato tanto di quote rosa, fatto sta che il baby sindaco varesino eletto oggi al Teatro di Varerse è una bambina.
Si tratta di Suela Guraleci della scuola elementare Parini, eletta con un consenso di 152 voti.
Ventidue sono gli istituti che hanno partecipato alle elezioni, ognuno con il proprio candidato.
A condurre la giornata erano presenti il Subcommissario Straordinario Desideria Toscano e il Dirigente delle Politiche Educative Giuseppe D’Amanzio.

Galleria fotografica

Varese ha un nuovo sindaco. Dei bimbi 4 di 7

Una campagna elettorale molto sentita dai piccoli cittadini di Varese che hanno riempito il teatro di striscioni di incoraggiamento  e cartelloni colorati per il candidato della loro scuola.
Lo spoglio delle schede è avvenuto durante la pausa merenda, dopodiché, prima della nomina, i bambini sono saliti sul palco per fare alcune domande al commissario Toscano.
Al momento della consegna della fascia tricolore a Suela, i compagni si sono fiondati orgogliosi su di lei per un abbraccio collettivo.
Emozionantissima la baby prima cittadina, ma molto composta davanti ai riflettori di telecamere e macchine fotografiche, cosciente del proprio ruolo.
«Non me lo aspettavo» dichiara nell’intervista. «Il mio sogno più grande per Varese sarebbe far costruire un’università dell’arte e dello spettacolo dove i bambini possano imparare a recitare e ballare. Sarebbe bello anche trovare un modo per diminuire il traffico per poter pattinare e passeggiare tranquillamente in città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese ha un nuovo sindaco. Dei bimbi 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.