L’era dei tavolini all’aperto rischia l’estinzione

Il Cosap alle stelle rischia di rovinare l’estate ai titolari dei locali. L’Ascom chiede un incontro con Palazzo estense

Un apertivo all’aria aperta, seduti ai tavolini potrebbe trasformarsi presto in un drink dal sapore amaro per gli avventori dei locali varesini. Motivo: il canone da pagare per esporre i tavolini all’esterno del locale potrebbe moltiplicarsi per tre.

Brutte notizie, infatti, sono giunte ai titolari dei bar varesini che, senza alcuna spiegazione, si sono ritrovati a dover pagare un canone di occupazione degli spazi quasi triplicato rispetto a quello dell’anno scorso.
Stando ai fatti, quindi, per la primavera-estate 2006, potrebbe diventare un’impresa ardua riuscire a trovare un locale che esponga sedie e tavolini “en plain air”.

Ed è di fronte a questi eventi che la voce dell’Ascom, l’associazione del commercio, del turismo e dei servizi di Varese, si fa sentire.

Un aumento così vertiginoso del "Cosap", il canone di occupazione di spazi e aree pubbliche, rischia davvero di mettere in croce i proprietari dei locali e, come in un effetto a catena, di limitare notevolmente il turismo nella nostra provincia.

Per trovare una soluzione alla questione, o almeno una dovuta giustificazione, Ascom Varese si sta muovendo per organizzare un incontro con gli amministratori del Comune di Varese e con il Commissario prefettizio Sergio Porena.

Intanto l’associazione dei consumatori suggerisce ai commercianti di non pagare, almeno fino al 31 marzo, giorno della scadenza, la cifra del Codap di quest’anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.