La Camera di commercio apre le porte a Bagdad

Si è svolto oggi, a Milano, l'incontro "Iraq un mondo da scoprire". Ospite dell'ente camerale una delegazione irachena

«Un incontro istituzionale tra la Camera di commercio di Milano e le istituzioni irachene – ha dichiarto Bruno Ermolli, presidente di Promos, azienda speciale della Camera di commercio per l’internazionalizzazione -. Un’occasione per promuovere le relazioni commerciali, alla base di una crescita anche economica. Un rafforzamento con cui puntare alla stabilizzazione dei rapporti».

Ospite dell’ente camerale

una delegazione delle istituzioni e della Camera di commercio di Bagdad. Tra gli altri: Hussam Aldeen Al.khayat, rappresentante del Ministero del Commercio Iraq, Mahmood Alwash, Vice Presidente Camera di Commercio di Baghdad, Amir Mohamed, Federazione delle Industrie Irachene.Diretti nello stato mediorientale sono soprattutto prodotti finiti (oltre il 56 per cento dell’export) e macchinari (38 per cento) contro un import fatto esclusivamente di petrolio (99,5 per cento dei prodotti diretti in Lombardia). La regione, in particolare, vede Pavia capofila delle province più coinvolte – con un volume di traffici che supera l’80 per cento del totale regionale – seguita da Milano e Mantova.

Lombardia e Iraq: un interscambio da 310 milioni di euro pari al 16 per cento del totale italiano. In occasione della tavola rotonda "Iraq un mondo da scoprire", svolta oggi a Milano, l’ente camerale ha tracciato il bilancio dei rapporti economici tra l’Italia e lo stato mediorientale. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.