La Corte dei Conti promuove la Provincia

Parereri favorevoli sulla gestione finanziaria di Villa Recalcati

Un regolamento di contabilità «esaustivo, completo e corretto in ogni sua parte», un bilancio di previsione «rispondente ai principi generali di contabilità e completo della prevista documentazione». Sono soltanto due dei pareri favorevoli che la Corte dei Conti (Sezione regionale di controllo per la Lombardia) dà nella propria relazione finale sulla gestione della Provincia di Varese.

Un anno di ispezioni, acquisizione di una mole impressionante di documenti riguardanti il 2004 e alla fine il giudizio lusinghiero col quale la Magistratura contabile, promuove la gestione finanziaria della Provincia.

Sotto la lente di un Consigliere e di due funzionari anche le sei variazioni di bilancio apportate, variazioni per le quali le motivazioni adottate sono risultate esatte, rispettando «l’incidenza sugli equilibri di bilancio».

Anche per quanto riguarda i cinque prelievi dal fondo di riserva sono stati «adeguatamente motivati e nel rispetto delle disposizioni».

Lunga e articolata anche l’analisi dedicata dagli ispettori della “Corte”  all’incidenza degli interessi passivi sulle entrate correnti. La misura del 6,21% – si legge in proposito nella relazione – «rientra pienamente nel limite fissato dalla normativa vigente ed è anche molto inferiore al nuovo limite introdotto dalla legge finanziaria».

Gli investimenti della Provincia hanno poi consentito di raddoppiare la spesa pro-capite, che ha toccato 81,4 euro a persona, «quasi il doppio del valore medio nazionale».

Proprio a proposito di investimenti «va dato atto alla Provincia dello sforzo prodotto nell’esercizio 2004 per contenere quanto più possibile la spesa di funzionamento a vantaggio di quella per gli investimenti, rivolta soprattutto ad incrementare e migliorare le infrastrutture del territorio. Si sottolinea – precisano ancora gli autori dell’ispezione – l’ottima percentuale, prossima al 100%, della realizzazione delle spese, riuscendo ad impegnare quanto era stato indicato nelle previsioni sia iniziali che definitive». Ecco perché «a conclusione delle verifiche» la Corte dei Conti rileva che «il sistema della programmazione è corretto, esaustivo e conforme alle norme».

Un giudizio positivo che si estende anche alla gestione del patrimonio immobiliare, definita «corretta», all’aggiornamento degli inventari che è apparso «puntuale», all’attività contrattuale caratterizzata da correttezza per «le modalità di scelta del contraente, le procedure applicate, la congruità della normativa».

I rilievi della Corte si limitano ad alcune formalità contabili o a interpretazioni «non appropriate» di articoli di legge.

L’ultimo e riassuntivo giudizio è esplicito. «La Corte dà atto alla Provincia di essere una realtà istituzionale ben strutturata, efficiente, pronta ad affrontare e risolvere le implicazioni e i condizionamenti che derivano dal territorio, dal contesto economico-industriale, dalla presenza dell’aeroporto di Malpensa, dalle difficoltà conseguenti nei servizi di viabilità e tutela ambientale»

«Le conclusioni cui è giunta la Corte dei Conti – ha commentato il presidente della Provincia di Varese, Marco Reguzzoni – dimostrano quanto siamo attenti alla trasparenza amministrativa e al rigore nella gestione delle risorse. Fa piacere constatare che, in mezzo alle difficoltà dell’apparato pubblico, ci siano ancora enti, come la Provincia di Varese, la cui azione improntata a criteri di grande sensibilità verso il patrimonio pubblico, sia colta e valorizzata dalla massima magistratura contabile»

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.