La Regione Lombardia “vicina” alle microimprese

Riconfermati gli impegni da parte di Pagnoncelli e Cattaneo a favore dell’artigianato

Riceviamo e pubblichiamo

Si è tenuto ieri pomeriggio, presso Confartigianato Lombardia, l’incontro tra il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, l’Assessore regionale all’artigianato e ai servizi Marco Pagnoncelli, il Presidente di Confartigianato Lombardia Giorgio Merletti ed il Segretario Generale di Confartigianato Lombardia Enrico Perotti.

Un incontro che ha sottolineato quanto il ruolo delle microimprese sia importante nello sviluppo dell’economia territoriale e quanto il credito debba essere uno strumento di competitività fondamentale per la crescita dei piccoli imprenditori.

Incoraggiante e più che positivo ciò che si sono dette le parti, a maggior ragione sulla necessità di concordare e negoziare un percorso comune che si dimostri strategico nel condurre azioni nel campo del credito “misurate” alle necessità delle microimprese. Ma, soprattutto, azioni concrete che possano risolvere la questione dei Confidi e del Fondo di controgaranzia richiesto tempo fa dal sistema associativo alla Regione, affinché anche i Consorzi Fidi di dimensioni più piccole possano superare le misure introdotte da Basilea 2 e assicurarsi un’operatività continua nel tempo.

Sia l’Assessore Pagnoncelli che il Sottosegretario Cattaneo hanno mostrato grande sensibilità nel cogliere le istanze sulle quali da tempo insiste Confartigianato Lombardia. Sensibilità che Pagnoncelli e Cattaneo hanno espresso nella volontà di voler sempre più valorizzare il territorio in cui operano migliaia di microimprese, di considerare l’importanza di una lunga e antica tradizione manifatturiera che fa grande la Provincia di Varese e l’intero territorio del Nord-Ovest, di dare forza ai rapporti diretti tra imprese e Confidi, di voler mantenere quella fiducia instauratasi tra imprenditori e Consorzi. E, infine, di lavorare affinché si possa assicurare un accesso al credito più agevole improntato ai principi dell’efficienza e di una reale sussidiarietà.

Insomma, ieri pomeriggio il percorso è stato tracciato ponendo le basi di un Servizio Credito che potrà maturare nel breve tempo e discutendo del Decreto Competitività, strumento vincente per le realtà produttive del nostro territorio ma sul quale si è resa necessaria un’ulteriore attività di negoziazione anche in funzione dei Testi Unici dell’artigianato, da tempo in itinere.

Pagnoncelli e Cattaneo hanno affrontato con fiducia, ed un particolare interesse nei confronti del futuro della microimpresa, anche i problemi legati alla burocrazia, alla liberalizzazione dei servizi pubblici, alla possibilità di avvantaggiare cittadini e imprese diminuendo i costi e aumentando l’occupazione.

 «Un confronto aperto, quindi, che fa ben sperare per il prossimo futuro – afferma Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato Lombardia – e che si può considerare come una ulteriore conferma della comunanza di programmi per realizzare proficue azioni a vantaggio di entrambe le parti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.