Lella Costa incanta il pubblico varesino

Tutto esaurito per lo spettacolo “Alice, una meraviglia di paese” capace di far ridere, pensare, piangere

«Chi ha venduto le parole? Se c’è chi compra, c’è sempre chi vende». Lella Costa incanta il pubblco del Teatro Apollonio di Varese. Lo fa con classe, eleganza, irruenza, senza banalità. Utilizza le parole come armi, un fiume di parole. Precise, come il suo spettacolo di qualche anno fa, da cui era partita per ricordare come si stia perdendo il senso delle parole, come un avviso: attenzione, ci stiamo svendendo.

Oggi, con lo spettacolo “Alice, una meraviglia di paese”, Lella Costa fa un ulteriore passo avanti, cerca di comunicare al pubblico il significato delle parole. Usa la fiaba di Lewis Carrol per raccontare un Paese che non è solo l’Italia, ma il mondo intero, che non solo dimentica il significato di parole come “senso civico”, “buon senso”, “correttezza”, “sincerità”, ma che dimentica anche i propri bambini e che quindi non ha rispetto del proprio futuro.
Lo spettacolo presentato a Varese va al di là della piece teatrale, dello spettacolo di cabaret. È un saggio, uno di quei poschi testi, interpretati da un attrice in stato di grazia, che riesce a colpire al cuore di chi guarda, di chi recita. Dove sono finite le speranze dei sogni da bambini? La voglia di futuro presente nei volti di una foto di classe delle elementari? Dove sono finiti quei bambini?

Frasi fatte, violenza verbale ed anche fisica. Chi ci ha fatto perdere la capacità di indignarsi? Chi ha permesso che Alice smettesse di crescere, di rimpicciolirsi? Chi ha permesso ad Alice, a tutti i bambini di un tempo, di dimenticare la propria innocenza? Dai due anni si capisce tutto, si ricorda tutto, recita Lella Costa. Dai due anni si  può essere sporcati dal mondo.

La sincerità di Lella Costa è quella dei grandi commedianti, capaci di farci ridere, capaci di far pensare. Di far capire che quelli di cui stiamo ridendo siamo proprio noi: «Se c’è chi compra, c’è sempre chi vende».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.