Lombardia terra di imprese storiche

I risultati di un'analisi realizzazta da Camera di Commercio: Varese seconda in graduatoria dopo Milano per il numero di attività nate prima del 1940

Pezzi vivi di storia che si intrecciano con gli eventi della vita regionale, le antiche imprese segnano il territorio. In Lombardia quelle ancora attive, nate prima del 1940, sono 2.332. Quasi un terzo del totale italiano (7.373). Il settore che vanta la percentuale più alta è il commercio con alberghi e ristoranti (633 attività nel commercio e 147 negli alberghi e ristoranti, per un totale di  780 imprese, il 33,4% sul totale lombardo). Seguono poi il manifatturiero col 28% e 652 imprese, i servizi alle imprese  (il 23% del totale lombardo con 537 attività).

Per provincia le imprese nate prima del 1940 si concentrano a Milano (1.397, 59,9% del totale lombardo), seguita da Varese (331 imprese, 14,2%), Como (146, 6,3%), Bergamo (120, 5,1%), Cremona (85, 3,6%), Lecco (65, 2,8%), Brescia (57, 2,4%).

Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro delle imprese al 4° trimestre 2005, in occasione della premiazione dei negozi storici da parte della Regione Lombardia.

«Le imprese storiche – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano e dell’Unione del Commercio – sono lo specchio di una realtà imprenditoriale come quella lombarda che ha saputo fare della tradizione il punto di partenza per la crescita e lo sviluppo odierno. Sono luoghi preziosi del territorio dove si valorizza il rapporto umano e presidi sociali ineliminabili. Sono imprese che puntano sulla qualità e sull’identità. Una tradizione su cui ricostruire appartenenze e sviluppo equilibrato: sarebbe contraddittorio che un territorio come la Lombardia aperto a tutte le culture disperdesse la propria».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.