Maroni: «Da soli a Busto, Varese e Gallarate»

Il ministro del welfare è intervenuto sulle amministrative a margine dell'inaugurazione della sede dell'Associazione Artigiani

«Chi ci accuserebbe di avere perso i comuni di Busto e Varese? Forza Italia e An? Ma se le hanno fatte cadere loro…» Maroni risponde piccato alle domande di coloro che chiedono conto delle presunte "accuse" dopo la caduta dei due comuni principali della provincia.

La situazione all’interno del centro destra, già  compromessa dal percorso che ha portato alle dimissioni dei sindaci di Busto Arsizio e Varese, sembra non essersi affatto ricomposta con l’avvicinarsi della tornata amministrativa. E la strategia di riscossa, secondo il ministro del Welfare e fino ad ora unico nome messo sul piatto dalla Lega per la candidatura a sindaco di Varese, è semplice: «Contiamo in una rivincita a breve, magari tutta solitaria. Ci presenteremo da soli alle elezioni e faremo vedere cos’è che si è perso davvero».

Maroni ribadisce ancora, perciò, la prospettiva di una battaglia solitaria del Carroccio alle amministrative locali, proprio sui comuni più caldi e simbolici: «Combatteremo da soli a Busto e a Varese – ha concluso il ministro – E, già che ci sono, nella lista metto pure Gallarate» .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.