Moia: «Il Governo ha fatto pubblicità ingannevole»

L'intervento del segretario della Cisl e copresidente dell'Anolf, Associazione nazioanle oltre le frontiere

«Lunedì faremo un esposto alla magistratura per pubblicità ingannevole». Sergio Moia, della segreteria provinciale della Cisl e copresidente dell’Anolf (Associazione nazionale oltre le frontiere), non ha molti dubbi sulla questione perché proprio nella sede dell’associazione che opera nell’ambito dell’immigrazione e che lui presiede sono arrivati in molti stranieri con la lettera in mano, chiedendo come si dovevano comportare per ottenere il contributo per il bonus bebé, ovvero 1000 euro per ogni bambino nato entro l’anno . «L’esposto dovevamo farlo prima, ma abbiamo aspettato ad avere in mano le lettere arrivate agli immigrati. Il reato c’è  perché c’è un’autocertificazione, ma non si tiene conto del contesto in cui si è generato. Alcuni immigrati sono andati alle poste con il modulo e si sono sentiti rispondere che non potevano avere il sussidio se non barravano quella casella e loro l’hanno barrata. Dopo di che è scattato il passaparola, una cosa nata alla spicciolata. Alcuni sono in mala fede ma molti sono in buona fede. L’esecutivo in questo caso ha una corresponsabilità enorme».

Il segretario della Cisl contesta anche il fondamento costituzionale del provvedimento. «Questa legge discrimina gli stranieri tra loro e non sono gli immigrati. Ci troviamo di fronte al solito pasticcio all’italiana. L’unica verità è che i bambini nati sul territorio italiano devono avere tutti gli stessi diritti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.