Mondiali 2008: accordo tra enti locali e organizzatori

A buon fine l'incontro tra Cattaneo e Reguzzoni. Lunedì al Pirellone riunione tra tutti i soggetti coinvolti

Un accordo di programma fra Regione Lombardia, Provincia e Comune diVarese, Varese 2008 spa per coordinare gli interventi da qui ai Mondiali di ciclismo su strada che si svolgeranno nel 2008.
E’ il risultato di un incontro che si è svolto questa mattina, venerdì 3, a Villa Recalcati fra  Raffaele Cattaneo sottosegretario alla presidenza della Regione Lombardia e il presidente della Provincia di Varese, Marco Reguzzoni.
I primi effetti dell’intesa sono praticamente immediati, visto che lunedì mattina, al Pirellone, si svolgerà l’incontro tecnico al quale parteciperanno tutti i soggetti coinvolti nell’organizzazione dei Mondiali. Le linee di intervento che stanno alla base dell’accordo di programma toccheranno principalmente tre ambiti: quello infrastrutturale viario, quello turistico, con un occhio di riguardo per le strutture ricettive e la possibilità di organizzare eventi culturali collegati. Il faccia a faccia si è svolto in un clima di collaborazione istituzionale premessa indispensabile per la buona riuscita dell’iniziativa.

«L’accordo di programma è la modalità tecnico-amministrativa snella ed efficiente che ha permesso di realizzare grandi opere come il nuovo polo fieristico milanese a Rho-Pero – ha detto tra l’altro Cattaneo al termine dell’incontro con  Reguzzoni – e sono certo che sarà lo strumento in grado di garantire all’iniziativa quella sinergia istituzionale di cui i Mondiali  di ciclismo hanno bisogno. Con il presidente Reguzzoni abbiamo condiviso questa necessità di coordinamento e collaborazione istituzionale che, se garantita, sono certo che assicurerà il successo della manifestazione».
«Sono molto soddisfatto di questa intesa perché consente l’avvio di un percorso comune in tempi rapidi» ha aggiunto il presidente della Provincia di Varese, Reguzzoni. «Il 2008 è dietro l’angolo e non possiamo permetterci certo tentennamenti o ritardi. Sono certo che il cammino che condurremo insieme garantirà ai Mondiali, alla città di Varese e alla sua provincia la diffusione dell’immagine che ci ha sempre contraddistinto, terra di lavoro, di sport e di efficienza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.