“No alla droga, una questione di ideali”

Il presidente di Azione giovani Giorgia Meloni ieri sera a Villa Gianetti

Circa 150 persone hanno partecipato ieri sera a Villa Gianetti all’incontro pubblico sul tema “No alla droga! Vince alla vita” organizzato da An.
Hanno partecipato all’incontro il presidente nazionale di Azione giovani (il movimento giovanile di An) Giorgia Meloni e l’On. Marco Airaghi.

Durante la serata è stato proiettato il filmato di don Gelmini alla Conferenza programmatica di An. Don Gelmini è il fondatore di comunità di recupero per tossicodipendenti e uno dei maggiori sostenitori della legge Fini.Oltre a questi interventi, una digressione tecnica sull’argomento è stata fatta dal primario di Neurologia dell’Ospedale di Saronno dottor Giampiero Grampa.

“Ritengo che la Legge Fini sia una vittoria di tutta la nostra comunità giovanile – ha detto Giorgia Meloni – una legge che forse tra i giovani non ci porterà consenso a livello di voti, ma noi di An non facciamo leggi per il consenso ma per i valori e gli ideali in cui crediamo.Questa legge per la prima volta, tende a recuperare i tossicodipendenti e non ad emarginarli.”

Il presidente di Azione giovani ha poi ribadito al centralità della famiglia nel programma di An: “Crediamo in una famiglia basata sulla sacralità della vita, intesa come matrimonio tra uomo e donna e non matrimoni tra persone dello stesso sesso – ha detto – In questi anni abbiamo portato avanti numerosissime iniziative rivolte alla tutela dei più deboli e dei non garantiti, trasformando la demagogia dell’assistenzialismo a parole in risposte concrete da offrire ai cittadini. In particolare, abbiamo lavorato molto sulla tutela della famiglia tradizionale, rivolgendo i nostri interventi alla difesa dei minori, degli anziani, delle giovani coppie, delle mamme”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.