Oltre 12mila persone sui treni speciali

Successo dei treni speciali svizzeri per il carnevale Rabadan di Bellinzona. Purtroppo registrati anche molti atti vandalici

Sono state oltre 12mila le persone trasportate con i treni notturni della “tilo”, treni speciali, durante il carnevale del Rabadan. Anche i convogli in circolazione secondo orario hanno fatto registrare tassi di occupazione record. Purtroppo anche quest’anno i numerosi atti di vandalismo a bordo dei treni hanno causato danni per alcune migliaia di franchi. L’aumento dell’offerta TILO-FFS, passata da cinque treni speciali nel 2005 ai 16 di quest’anno, è stata particolarmente apprezzata dalla clientela che ha partecipato al carnevale del Rabadan a Bellinzona.

Secondo una prima stima sarebbero oltre 12mila le persone ad aver utilizzato i convogli per recarsi alla manifestazione e fare rientro a casa. Tutte le notti di servizio con i treni speciali – ultimo fine settimana di febbraio e la notte di martedì grasso, hanno fatto segnare affluenze di viaggiatori ben al di sopra della media.
La nota negativa sono stati gli atti vandalici, purtroppo: Nei treni “tilo” del traffico regionale sono stati riscontrati danneggiamenti causati da atti di vandalismo. In particolare vengono segnalate finestre interne ed esterne rotte, graffiti, danni ai sedili, tavolini e soffitti. In una carrozza sono pure state trovate deiezioni sui sedili. L’ammontare potrà essere stabilito con precisione nei prossimi giorni, anche se la cifra dovrebbe aggirarsi a diverse migliaia di franchi. Il grande impegno dei dipendenti delle FFS, addetti alla sicurezza e alla pulizia dei treni, ha comunque permesso di continuare ad offrire un servizio di qualità senza interruzioni nell’arco di tutto il periodo del carnevale. La polizia ferroviaria dal canto suo comunica che gli interventi per riportare la calma tra alcuni gruppi di giovani viaggiatori alla stazione di Bellinzona al termine dei festeggiamenti sono in crescita rispetto allo scorso anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.