Omaggio a Totò al teatro Sociale

Per la Festa della donna i versi e le liriche del "principe della risata"

Malafemmena, ‘A mundana, Statuina a Francesca, Miss, mia cara miss, ‘A cchiuù bella e molto altro ancora: note e versi delle canzoni e delle liriche che Antonio De Curtis, il «principe della risata», dedicò alla figura femminile faranno da colonna sonora alla lezione-spettacolo Omaggio a Totò, che il teatro Sociale di Busto Arsizio organizza per mercoledì 8 marzo, in occasione della Festa internazionale della donna.

A partire dalle 19.30, la sala di piazza Plebiscito accenderà i riflettori sulla caleidoscopica produzione dell’artista partenopeo, attore e autore di teatro e di cinema, portando il pubblico alla scoperta di giochi di parole, aforismi, battute e lazzi dalla schietta verve comica: un inimitabile mosaico di «bazzecole, quisquilie e pinzellacchere», carico di una ricchezza e di una profondità tale da costituire un efficace esorcismo contro le tragedie della vita umana, che ha fatto entrare il loro autore nell’Olimpo dei ‘grandi della risata’, fra Charlie Chaplin, Buster Keaton, Stanlio e Ollio. 

Delia Cajelli e la compagnia Attori del teatro Sociale ripercorreranno, attraverso lettere dell’artista e spezzoni di copioni teatrali e cinematografici, le tappe principali della vita di Totò, soffermandosi sui suoi lavori per l’avanspettacolo, forma di teatro in voga nel secondo Dopoguerra, che si avvaleva di compagnie dall’organico ridotto, di costumi da poco prezzo e di copioni improvvisati con battute grossolane e doppi sensi. Nacquero, in questo clima, gags che De Curtis presentò, più volte, nel corso della sua carriera, come quelle del pazzo, del chirurgo e del manichino, alcune delle quali verranno riproposte durante la serata dell’8 marzo. 

All’Omaggio a Totò, farà seguito, intorno alle 21, un altro appuntamento inserito nel cartellone del ciclo di seminari di educazione alla drammaturgia e alla prassi scenica Guida al teatro: la lezione-spettacolo Da Colombina a Mirandolina. Attraverso una selezione di scene tratte da canovacci seicenteschi e da La locandiera, Delia Cajelli e i suoi attori faranno il punto della situazione sul mestiere della donna a teatro, dal momento in cui le viene permesso di calcare le scene – gli anni in cui si afferma la Commedia dell’arte – fino alla riforma teatrale di Carlo Goldoni e al debutto sul palco della Marliani. 

Il momento teatrale organizzato dalla sala di piazza Plebiscito per la festa della donna sarà anticipato da un Aperitivo in musica…al femminile. A partire dalle 18.30, il Caffè Sociale si animerà delle note del pianoforte di Gabriele Toia e della chitarra di Dario Parisi. Mentre al bar sarà possibile gustare, oltre a deliziosi cocktail, alcune primizie di stagione e altre leccornie che faranno sicuramente la gioia delle patite dell’happy hour. Un’ottima occasione, dunque, quella offerta dall’esercizio commerciale di piazza Plebiscito, da qualche mese gestito da Valentino Selva, per vivere un momento di relax e di divertimento all’insegna della buona musica e del gusto.

Ma non è tutto. In occasione della festa della donna, il Caffè Sociale regalerà a tutte le presenti un mazzetto di mimose e l’illusione di fare un tuffo ai tempi di James Dean o di Grease. Per tutta la sera, in piazza Plebiscito, grazie alla collaborazione di Chevy Garage, saranno, infatti, esposte automobili d’epoca americane, tutte fabbricate tra gli anni ’50 e ’60. Il costo del biglietto è di euro 5 per l’Aperitivo in musica, di euro 8 per gli appuntamenti di Guida al teatro e di euro 13 per il tutto compreso (aperitivo + spettacolo).  Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il teatro Sociale, in orario d’ufficio (dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00),  allo 0331.679000.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.