«Più attenzione ai territori di frontiera»

Incontro a tre tra i vertici della Regio Insubrica, della Regione Lombardia e della Provincia

Incontro a tre fra il sottosegretario alla presidenza della Regione, Raffaele Cattaneo, il presidente della Provincia di Varese Marco Reguzzoni e il segretario generale della Regio Insubrica Roberto Forte, questa mattina a Varese. Al centro del colloquio il riconoscimento della Comunità di lavoro transfrontaliera quale interlocutore qualificato nei confronti degli enti istituzionali superiori, a cominciare dalla Regione Lombardia nell’ambito della cooperazione transfrontaliera.  

Sul “tavolo” anche l’opportunità di un coinvolgimento operativo della stessa Regione nell’ambito di progetti concreti e la valenza della Regio Insubrica come anello di congiunzione e concertazione fra Ticino, Svizzera e Lombardia. Nelle prossime settimane è attesa la convocazione di una riunione di carattere tecnico per discutere le concrete possibilità di attuazione degli obiettivi fissati.

«La Lombardia è stata fino a ieri meno attenta di quanto dovuto di fronte alle opportunità offerte dalla cooperazione transfrontaliera. A questo fine e in funzione della delega alle relazioni internazionali, ho già provveduto in questi mesi a rilanciare rapporti con il Canton Ticino. Dobbiamo ora puntare alla valorizzazione dei progetti tenendo presente il piano di programmazione europea 2007-2013 per le regioni di frontiera».

Per quanto riguarda i contatti fra Regione e Cantone Ticino, Cattaneo ha sottolineato tra l’altro: «Le relazioni, che sono già buone, possono e devono ancora migliorare. Anche in questo caso come per i mondiali di ciclismo, nel 2008 a Varese e nel 2009 a Mendrisio, evidenzio la necessità della massima collaborazione di tutti i livelli istituzionali per garantire una maggiore visibilità del territorio».

«La disponibilità della Regione a manifestare maggiore attenzione per le necessità dei territori di frontiera accoglie una nostra precisa richiesta – sottolinea il presidente della Provincia di Varese, Marco Reguzzoni che è anche presidente di turno della Regio Insubrica – quella di garantire alla Comunità di lavoro transfrontaliera una propria dignità di soggetto istituzionale fra soggetti istituzionali. Sono molto soddisfatto che il ruolo fin qui svolto dalla Provincia di Varese sia stato apprezzato dalla Regione. Il nostro impegno proseguirà in questa direzione».

«Sono molto soddisfatto – ha concluso il segretario regionale della Regio Insubrica, Roberto Forte –  di fronte alla disponibilità manifestata dalla Regione a compiere un passo indispensabile per garantire efficacia e operatività allo strumento di cooperazione transfrontaliera in linea con quanto da anni già avviene in molte altre regioni europee di confine. Occorre dare soprattutto maggiore continuità alle reciproche relazioni  proprio sui progetti concreti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.