Precariare stanca …. anche i medici

Si occupano della salute dei cittadini, ma non hanno diritti. Questa mattina i medici specializzandi sono scesi in strada per protestare contro il precariato

La loro formazione non è completa, ma prestano ugualmente servizio nelle strutture sanitarie italiane senza neanche godere di diritti lavorativi e previdenziali. E, ad oggi, stanno ancora aspettando l’uscita del bando 2005/2006 per l’ammissione alle Scuole di Specializzazione, rischiando così di perdere un anno di formazione-lavoro.

Sono i medici specializzandi che, questa mattina, dalle ore 10.00, hanno manifestato davanti all’Ospedale di Circolo di Varese. All’origine della protesta una serie di richieste tra cui, oltre ad un contratto che regolamenti la loro posizione, il riconoscimento di diritti lavorativi e previdenziali, una retribuzione in media con i colleghi europei, la pubblicazione del tanto agognato bando e il diritto di rappresentanza negli organi universitari.

La protesta della delegazione varesina si inserisce in una più ampia ondata di sciopero che venerdì ha coinvolto numerose città d’Italia. Una manifestazione quella varesina che si è svolta senza particolari disagi. In strada infatti è scesa solo una sparuta delegazione di specializzandi: la maggiorparte di loro ha scelto di restare in corsia per non gravare sull’assistenza ai reparti.

La popolazione, dal canto suo, si è dimostrata particolarmente sensibile alle posizioni dei medici e ha accolto con interesse la loro presenza davanti all’Ospedale, che si è conclusa alle 12.30 circa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.