Prima candelina per Incontroweb

Compie un anno il sito che in breve è diventato una delle due "piazze virtuali" per il paese

Compie un anno Incontroweb, il sito che, insieme al "fratello maggiore" Gerenzanoforum ha contribuito a fare di Gerenzano uno dei pochi paesi della zona dotato di "piazza virtuale", anzi di ben due piazze, dove il dibattito politico, il confronto anche acceso, le informazioni e la cultura  viaggiano su spazi on-line fuori dai canali istituzionali.

Era il 18 marzo 2005 quando aprì i battenti, in una veste sicuramente più semplice, il sito che oggi è seguito giornalmente da numerosi lettori, non solo di Gerenzano. "Sono orgoglioso di questa creatura che è riuscita col tempo ad entrare nelle case di tanti cittadini –  spiega Alessandro Parigi (nella foto), il giovane webmaster che ha creato il sito – per offrire spunti di riflessione che hanno stimolato il confronto, migliorando tutti noi".

L’offerta cresce di giorno in giorno: approfondimenti, spazi dedicati, sondaggi, rubriche, servizi, e soprattutto una grande attenzione a come viene amministrata Gerenzano "sempre – aggiunge Alessandro – facendo sentire la nostra voce a volte critica ma propositiva".

Ma Incontroweb è questo ed altro ancora: "Il web propone quotidianamente innumerevoli notizie, approfondimenti di ogni tipo – spiega Alessandro – e nel mio piccolo mi propongo di condividere con tutti queste letture non solo per accrescere le nostre conoscenze rendendoci sempre più "cittadini consapevoli" ma stimolando un dibattito e confrontando vedute diverse".

Questo è stato per il sito un anno sperimentale: si sono susseguiti collaboratori diversi, ognuno con proprie passioni e prerogative. Sono partite collaborazioni con realtà locali, associazioni, giornali, siti: "Noi continueremo nella nostra ambiziosa missione: informare su tutto quanto accade nel nostro paese; un impegno forte a Gerenzano alla luce del grave deficit in questo delicato campo – dice ancora il "papà" di Incontroweb – Un cittadino informato e consapevole non deve essere visto come una minaccia ma una risorsa perché più teste pensanti non fanno altro che accrescere le possibilità di un miglioramento generale della condizione di vita di tutti noi. Ma spesso quello che sembra essere un elemento base, quasi scontato, in una democrazia, è messo in pericolo. Lo vediamo non solo assistendo ai teatrini della politica romana dove l’obiettivo è tempestare il cittadino passivo di slogan, numeri, sondaggi, ma anche entro i nostri confini: un giornale comunale propagandistico che imbavaglia cittadini e oppositori, un sito comunale lasciato solo a se stesso, senza manutenzione e aggiornamenti perché si pensa "bene" di usare le risorse per altri scopi non cogliendo l’opportunità che la risorsa telematica può dare avvicinando il cittadino ai suoi amministratori. Incontroweb propone una cultura diversa, lungimirante, diametralmente opposta a coloro i quali considerano superflua una vera informazione della comunità. Per questo motivo è nostro dovere continuare, crescere, innovare".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.