“Progetti di cronologie profonde”, la mostra dei ragazzi della facoltà di desing

Castelseprio ospita dal 25 marzo al 2 aprile “Progetti di cronologie profonde”, una mostra nata dai progetti dei ragazzi del Corso di Laurea Specialistica Design degli Interni del Politecnico di Milano

Il comune di Castelseprio presenta “Progetti di cronologie profonde”, mostra patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Varese e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, che verrà inaugurata sabato 25 Marzo alle ore 17.15 e che fino al 2 Aprile occuperà il Salone di Via San Giuseppe presso il  Comune di Castelseprio.  Una mostra tesa a promuovere alcuni tra i più validi ed avveneristici progetti realizzati dagli studenti del Corso di Laurea Specialistica Design degli Interni – Orientamento in Allestimento e Museografia per i Beni Culturali –Facoltà del design, Politecnico di Milano. L’esposizione nasce dall’allestimento delle opere dei giovani artisti, le quali utilizzano chiavi di lettura sperimentali (suoni, arti performative, tecniche esperienziali) dando vita a strutture dal forte carattere propositivo, capaci, spesso in modo audace, di contaminare la tradizionale divulgazione scientifica con nuove forme di comunicazione così da creare una sinergia tra i differenti media del nostro tempo.

In occasione dell’evento, realizzato con la collaborazione del Gruppo Archeologico di Castellanza e del DLF di Gallarate e curato dalla D.ssa Andreina Zatta ed Enrico Ferrara (Kingstorm Art Studio), Venerdì 31 Marzo alle ore 21.15, il Prof. Alfredo Lucioni, docente di Storia Medioevale presso l’Università Cattolica di Milano,  terrà una conferenza dal titolo “La pieve di Castelseprio nel medioevo” presso il Salone di Via San Giuseppe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.