“Progetto Pedibus”: proposte per una mobilità a misura di bambino

Si è svolta mercoledì 15 marzo a Villa Truffini la serata pubblica promossa dal "Club 33" sul tema della sicurezza nel tragitto casa-scuola

Il gruppo ecologico Club 33 di Abbiate Guazzone e l’Assessorato alla cultura del Comune di Tradate, hanno presentato mercoledì 15 marzo a Villa Truffini lo studio di fattibilità del progetto "Pedibus: proposte per una mobilità a misura di bambino".

Presenti una quarantina di genitori, rappresentanti dell’Amministrazione comunale, il sindaco Stefano Candiani ed alcune insegnanti che hanno ascoltato con interesse le proposte dell’associazione ecologica per una riorganizzazione dei tragitti casa-scuola e soprattutto del momento di ingresso e di uscita dalle scuole stesse. Interventi semplici e mirati che migliorerebbero la qualità della vita dei bambini e li aiuterebbero a riappropriarsi di quegli spazi che le auto e le cattive abitudini degli adulti hanno loro sottratto.

Il Pedibus (l’autobus… a piedi) è già stato sperimentato in diverse località italiane: si tratta semplicemente di organizzare percorsi protetti lungo i quali i bambini possano raggiungere la scuola a piedi, in sicurezza e accompagnati da uno o più adulti nel ruolo di volontari del traffico.
Il "Progetto Pedibus" del Club 33 di Tradate, però, si spinge oltre: prevede infatti la chiusura delle strade vicino alle scuole negli orari di entrata e di uscita, la messa in sicurezza dei tragitti principali, la presenza di volontari agli attraversamenti pedonali, un potenziamento dei mezzi pubblici e magari una loro riconversione ai carburanti ecologici.

"Un primo passo concreto dovremmo già farlo entro breve – dice l’architetto Lucia Giani, tra i promotori del progetto – con l’attivazione in via sperimentale di una o due linee del Pedibus per la scuola primaria Cesare Battisti. Il progetto ha incontrato il favore dell’Amministrazione e del sindaco in prima persona, ma anche molti consensi tra la cittadinanza. Questo ci ha dato soddisfazione e ci ha fatto capire che quella che stiamo percorrendo è la strada giusta".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.