PuntidiVersi

Dove le traiettorie e le poesie nascoste di ogni viaggio disegnano partenze e ritorni. Una mostra di pittori migranti

Quando a spostarsi sono gli scrittori o quando gli uomini che si spostano si scoprono scrittori, le loro letterature si chiamano migranti; allo stesso modo esiste una pittura che è di viaggio.  Del viaggio e migrante. Il senso di una mostra di pittori migranti sta nel desiderio di contribuire alla costruzione di occasioni di incontro e scambio tra visioni diverse del mondo.  I pittori coinvolti non ci regalano solo l’esotico di colori che non conosciamo; si tratta di pittori che vivono in Italia, e che dipingono "in italiano”, se così si può dire, per un’arte che non si serve di parole e suoni diversi.

E dipingono il loro personale mondo di migrazione, e la loro visione del nostro mondo, duplice ricchezza per noi che vediamo. È una pittura che è di migranti che portano immagini negli occhi che vogliono o devono versare negli occhi altri di chi quel viaggio non lo ha fatto ma lo ha accolto. O con cui si è scontrato.

PuntidiVersi. Una mostra di pittori migranti si inserisce nell’ambito del progetto Pluralità in Cammino: interventi a favore dell’interazione culturale e sociale degli immigrati, obiettivo del quale è valorizzare l ? intercultura come elemento centrale nel processo di interazione e di costruzione di una società multietnica.

Nell’allestire questo tipo di mostra quindi si incontrano l ? idea che i protagonisti siano i migranti per risorse e capacità di esprimere il loro punto di vista del mondo, ed il desiderio di risaltare la qualità artistica dei quadri esposti, testimonianza di questa capacità.   

I protagonisti di questa mostra sono cinque pittori: Abdel Malek Smari (Algeria), Abdela Suleman (Eritrea), Fkarie Haile (Eritrea), Hossein Hosseinzadeh (Iran), Mor Talla Seck (Senegal).

Il luogo che ospita la mostra è l’Ostello della Gioventù di Milano, scelto sia perché posto di passaggi, dove, appunto, si incontrano e si incrociano prospettive e traiettorie vicine e lontanissime, sia per la curiosità di  portare  chi a Milano è stanziale in una dimensione di viaggio.

L’inaugurazione, presso l’Ostello della Gioventù Piero Rotta, in via Salmoiraghi 1, a Milano, avrà luogo il 23 marzo alle ore 18.30 con happening e aperitivo

La mostra, allestita in collaborazione con le associazioni La tenda e Africa e mediterraneo  sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 11 alle 22, fino a domenica 2 aprile 2006.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.