Rifiuti meno cari per i Saronnesi

Approvato in consiglio il bilancio previsionale del 2006. Impegno di spesa anche per la riqualificazione della ex Pretura. Il vicesindaco: «Valutiamo l’emissione dei Boc»

Tassa rifiuti meno cara per i saronnesi. E tutto grazie, secondo il vicesindaco e assessore al bilancio Annalisa Renoldi, all’ottimo comportamento che in questi anni i cittadini hanno tenuto nello smaltimento rifiuti portando la percentuale di raccolta differenziata oltre il 65 per cento. La notizia è emersa durante il consiglio comunale di giovedì sera, quando lo stesso vicesindaco ha presentato il bilancio revisionale del 2006 dove viene esplicitata una riduzione del 5 per cento della Tarsu (la tassa sui rifiuti solidi urbani).

«In pochi anni abbiamo raggiunto un risultato ragguardevole – spiega la Renoldi -. Era quindi giusto che il risparmio ottenuto da una minore spesa per lo smaltimento dei rifiuti fosse condiviso con la cittadinanza». Oltre alla riduzione della Tarsu, vantaggi anche per le aziende per cui nel 2006 saranno previsti degli sgravi per coloro che smaltiscono certi rifiuti in proprio. «È la conseguenza di una corretta gestione della politica della famiglia che stiamo portando avanti da diversi anni – prosegue l’assessore al Bilancio -, come dimostra anche il fatto che nel 2006 diminuirà l’Ici sulla prima casa per le famiglie con più di tre figli».
Il bilancio è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza. Mentre la minoranza ha votato contro il documento.

Nel bilancio previsionale anche la riqualificazione della ex Pretura, struttura storica dei saronnesi e uno dei principali obiettivi del sindaco Gilli per questo suo secondo mandato. Infatti nel documento approvato vengono previsti unmilione e mezzo di euro di spesa per il 2006. «Si tratta di una prima tranche – spiega la Renoldi -. Per realizzare il progetto di riqualificazione occorreranno negli anni oltre 8 milioni di euro. Ma è un’opera molto cara a tutta la città e stiamo seriamente valutando di emettere dei Boc (buoni ordinari comunali), in maniera tale che i cittadini possano partecipare a questo grande progetto. Boc che saranno un vero e proprio investimento per i cittadini, con un interessante tasso di interesse».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.