Riparte la vela in vista del campionato europeo a Luino

L'Avav ha aperto ieri sul Canalone di Maccagno la stagione velica con il campionato zonale Meteor ma a fine aprile parte la grande sfida europea con gli Ufo 22

In una tiepida giornata di primavera sì è aperta, ieri 26 marzo a Luino, la stagione agonistica dell’Associazione Velica Alto Verbano. In programma la Coppa Alto Lago prima prova valida per l’assegnazione del campionato zonale della Classe Meteor. Rispettato in pieno il programma con tre manche disputate sul campo di regata del Canalone di Maccagno, grazie alla immancabile presenza del vento da sud di inverna che ha soffiato a intensità comprese fra gli 8 e i 10 nodi.

 

Serrata la battaglia fra la quindicina di imbarcazioni in gara: migliore di tutti è risultato l’equipaggio di Pequod capitanato da Marco Sacchi che ha messo a segno i risultati parziali delle tre manche con un secondo, un terzo e un primo posto. Non sono bastati i due primi posti e un sesto posto di manche del team portacolori Avav di Baba Jaga 2 dell’armatore Luca Ciancetti che doveva accontentarsi della piazza d’onore. Terzo nella classifica finale Moana timonata da Claudia Caverzasio con i parziali 3-4-3.

 

Conclusa questa prima manifestazione fervono i preparativi presso il sodalizio velico luinese in vista del più importante e prestigioso appuntamento della stagione 2006, il Campionato Europeo della classe Monotipo UFO 22 che vedrà in gara una cinquantina di equipaggi provenienti da tutto il continente: infatti manca poco più di un mese all’inizio che sarà il 28 aprile prossimo nelle acque luinesi del lago Maggiore.  L’aggiudicazione di questo importante evento della vela è un riconoscimento di grande importanza per il circolo velico luinese che esprime da sempre grandi campioni che hanno portato il nome di Luino nel mondo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.