Sfruttamento di manodopera clandestina, sequestrato un cantiere

E' di un arresto, quattro denunce e quasi 50 mila euro di multa il risultato di un'operazione congiunta tra Ispettorato del lavoro e GdF

Manodopera clandestina in un cantiere edile. Non è una novità ma questa volta il nucleo  Carabinieri ispettorato del lavoro ha voluto dare risalto all’ennesimo cantiere che impiegava immigrati clandestini per la realizzazione di un complesso residenziale proprio sulla strada statale 233 all’altezza di Cadegliano Viconago. In un’operazione congiunta con gli uomini della Guardia di Finanza di stanza al valico di Ponte Tresa, nella giornata di ieri 7 marzo,gli uomini dell’ispettorato del lavoro di Varese hanno denunciato due datori di lavoro per favoreggiamento della permanenza sul territorio italiano di cittadini stranieri ed occupazione di extracomunitari clandestini.

Già nel mese di dicembre dell’anno scorso la ditta che sta eseguendo i lavori aveva dovuto pagare 16 mila e 700 euro di penali per irregolarità sul cantiere. Due lavoratori stranieri, invece, sono stati denunciati per violazioni connesse al possesso di documenti d’identità, successivamente identificati con i rilievi delle impronte digitali ed espulsi con decreto prefettizio. Un terzo lavoratore, invece, è stato arrestato per non aver ottemperato al precedente decreto di espulsione e associato al carcere di Miogni a Varese.

Per l’amministratore della ditta esecutrice è scattata l’ammenda per 30 inosservanze in materia di sicurezza pari a 36 mila euro più altri 12 mila euro per il coordinatore della sicurezza. Il cantiere è stato posto sotto sequestro. Questo il risultato dell’operazione che è stato presentato nel primo pomeriggio nel corso di una conferenza stampa proprio nella caserma della GdF di Lavena Ponte Tresa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.