Tassa sul volo, arrivano i fondi?

La conferenza Stato-città, in una riunione con Ancai e Anci, ha stabilito la cifra da destinare ai Comuni aeroportuali

Tassa sul volo, forse siamo ad una svolta. La conferenza Stato-città, in una riunione con Ancai e Anci, ha stabilito la cifra introiettata nel 2005 dallo Stato e di conseguenza quanto spetta ai Comuni dei sedimi aeroportuali italiani: 51,5 milioni di euro, 30 dei quali andranno al Ministero delle Finanze, mentre il resto sarà spartito 40 e 60 per cento tra Ministero dell’Interno e Comuni. In sostanza, i sette Comuni in provincia di Varese ad avere diritto ai finanziamenti, possono sperare in una svolta nella lunga querelle cominciata nel 2004, quando la legge è stata votata in Parlamento. Lonate Pozzolo dovrebbe ricevere 351 mila euro, Ferno 335 mila, Somma Lombardo 375 mila, Cardano al Campo 133 mila, Samarate 136 mila, Casorate Sempione 77 mila e Vizzola Ticino 71 mila. «Una notizia positiva – spiega Piergiulio Gelosa, sindaco di Lonate Pozzolo -, anche se i soldi per ora non li abbiamo visti. Spero che arrivino in tempi brevi. Comunque sia, la questione non è chiusa qui: le cifre sono inferiori al volato nel 2005, vedremo di capire chi non ha pagato un’imposta statale e non ha rispettato le norme. Ribadisco poi che, per i servizi che i tra comuni sede di aeroporto (Ferno, Lonate e Somma), i fondi che dovrebbero arrivare sono inferiori alle esigenze reali. Andrebbe ricalibrata la suddivisione dei fondi, con attenzione alle singole realtà, in base ai servizi erogati e non seguendo tabelle stilate sul piano nazionale. Dopo il voto verificheremo le dinamiche per capire se e come possiamo agire per rivedere la suddivisione dell’addizionale sul volo, con regole più congrue».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.