Trasporto locale, alta l’adesione allo sciopero

Secondo i sindacati ha incrociato le braccia il 90 per cento dei lavoratori

Alta l’adesione allo sciopero di 4 ore indetto da Cgil-Cisl-Uil-Faisa Cisal e Ugl nel settore del trasporto locale. L’agitazione è stata indetta a sostegno della vertenza per il rinnovo del secondo biennio economico contrattuale 2006-2007, scaduto a dicembre e non ancora rinnovato. L’adesione, stando ai dati forniti dai sindacati, è stata del 90 per cento: «Siamo soddisfatti – dice Luigi Argiolas, segretario provinciale di Filt Cgil -, l’adesione è stata alta pur essendo uno sciopero di sole 4 ore. È un segnale forte per dire che non si può aspettare all’infinito per fare i contratti. Prima di cominciare la mobilitazione abbiamo avuto vari incontri con la controparte, ma la loro posizione è stata ferma». I sindacati chiedono un aumento in busta di 111 euro, mentre le aziende Asstra e Anav rispondono con una cifra che non supera i 60 euro: «Inaccettabile – continua Argiolas -. Tenteremo ora di riaprire la trattativa, ma se saranno ancora sordi alle nostre richieste, proseguiremo con le proteste».

L’astensione ha coinvolto le città di Varese, Busto Arsizio e Gallarate, oltre al trasporto extraurbano nel Nord e nel Sud della Provincia.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.