Trentatre casette per gli uccelli del Parco Pineta

Il presidente Mario Clerici racconta come è nata l'iniziativa che ora si vorrebbe ampliare coinvolgendo anche i cittadini che abitano nella zona

Continua il proficuo rapporto del Parco con gli agricoltori. Dopo realizzazione di stagni per anfibi, il ripristino di strade forestali, dopo la collaborazione per le cure colturali ai boschi e la pulizia dei corsi d’acqua, ora è la volta di una singolare e delicata iniziativa: la costruzione di cassette nido per gli uccelli che vivono nel Parco.

"Tutto è nato in un pomeriggio di fine ottobre – spiega il presidente dell’Ente Parco, Mario Clerici – quando, dopo un assegno forestale, cioè l’operazione di contrassegnatura degli alberi da abbattere, in un bosco di Paolo Rimoldi, un amico agricoltore di Appiano Gentile, mi sento dire nel nostro bel dialetto “Incomincia a far freddo, adesso noi torniamo a casa, e loro (indicando un curioso pettirosso che  ci svolazza attorno)? Cosa ne dici se mi metto a fare dei nidi per loro? So che mio nonno li faceva bene”. Una splendida idea che abbiamo subito accolto".

A una così bella idea il Parco non poteva che rispondere con entusiasmo, ed ecco che al signor Rimoldi (nella foto, a sinistra, insieme al presidente del Parco Mario Clerici),  viene subito commissionata la costruzione di 33 casette nido di diversi tipi, per codirossi, cince, pettirossi, allocchi e civette.

"Ecco chi sono i nostri agricoltori – dice ancora Clerici – non solo i custodi del territorio e delle tradizioni, ma anche sensibili ed attenti osservatori del creato. Ed è bello sapere che i nostri agricoltori sanno mantenere vive le tradizioni dei loro padri, che nei freddi mesi invernali, durante il forzato riposo del lavoro nei campi, si ritrovavano davanti al tepore del camino a costruire attrezzi agricoli, gerle, cestini e tanti oggetti della vita di tutti i giorni. Ed ora mettersi all’opera con entusiasmo alla costruzione di casette nido".

Dopo le 33 casette costruite da Paolo Rimoldi l’iniziativa potrebbe proseguire, coinvolgendo altri agricoltori ma anche cittadini con una buona manualità che abbiano voglia di darsi da fare per questi delicati abitanti del Parco Pineta.

Si cercano anche persone che vogliano "adottare" le casette, da installare nelle loro proprietà seguendo i consigli degli operatori forestali del Parco. Chi fosse interessato può mettersi in contatto con gli uffici del Parco, telefonando al numero 031 988 430.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.