“Troppe scelte sbagliate nelle vicende di Avt”

Fit Cisl critica i disservizi del trasporto pubblico locale e si dichiara pronta al confronto con gli amministratori

“Il comune e la provincia di Varese hanno abbandonato al loro destino le sorti del trasporto pubblico lasciando per anni in completa solitudine AVT senza un progetto, senza rinnovo degli autobus, senza la necessaria manutenzione e infine cedendo l’azienda dopo aver espletato la gara per l’affidamento del servizio, vinta dal consorzio Insubria”.
L’attacco arriva dalla Fit Cisl che in un comunicato ha criticato duramente i disservizi del trasporto pubblico locale e si dichiara pronta al confronto con gli amministratori responsabili. L’accusa dell’organizzazione tocca argomenti fortemente dibattuti dalle forze politiche varesine: la liberalizzazione del servizio di trasporto pubblico e le sue modalità.

“Non ci sentiamo di addossare tutte le colpe alla privatizzazione – continua il documento – purtroppo tutte le scelte fatte dagli amministratori di Varese si stanno rivelando sbagliate. Sbagliata la gara al ribasso, sbagliato vendere l’azienda, sbagliato non fare investimenti, sbagliato non coinvolgere i lavoratori e i cittadini sulle scelte per migliorare il servizio. Ora senza demagogia serve far partire i nuovi orari previsti dal contratto di servizio tra comune e azienda e soprattutto servono i finanziamenti per i nuovi autobus e il miglioramento della viabilità”.


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.