Un Parco Agricolo da un milione di metri quadri

Il Comune affida a un architetto lo studio di fattibilità: la grande area verde potrebbe poi rientrare nel Parco sovracomunale Rile Tenore Olona

Un parco agricolo da un milione di metri quadrati. È quello che vuole costituire il comune di Tradate per conservare un’area che ha sempre avuto una vocazione agricola, a sud della città, oltre la zona industriale. Lo studio per la fattibilità del progetto è stato affidato all’architetto De Cesare, esperto in bioarchitettura.

Il territorio tradatese risulterebbe così diviso in tre grandi aree: una a nord con il territorio verde già protetto dal Parco Pineta, una centrale adibita a residenziale e industriale, e una a sud con il grande parco agricolo. «Considerando che la città si assesterà su un numero di 18 mila abitanti, vogliamo che poi l’area residenziale non si espanda nella zona verde – spiega il sindaco Stefano Candiani -. Per questo stiamo lavorando in collaborazione con il Lonate Ceppino per la realizzazione di questa grande area».

 

Obiettivo del Comune è poi quello di rientrare nel neonato Parco sovracomunale Rile Tenore Olona che oggi copre un’area che va da Carnago fino a Morazzone. La costituzione del parco agricolo tradatese permetterebbe un’ulteriore allargamento del parco sovracomnuale. «Possiamo rientrare nel Parco Rto attraverso il nostro torrente Fontanile – conclude Candiani -. È un’occasione che non possiamo perdere e siamo convinti che questo progetto sia un bene per un’ulteriore salvaguardia del territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.