Una mostra per i cent’anni della Vetreria

Bottiglie di vetro soffiato, testimonianze e un salto nel passato per ripercorrere il secolo di attività (11-22 marzo)

La vetreria di Sesto Calende festeggia cento anni di attività produttiva. Per ricordare il centenario nell’ambito delle iniziative volte al recupero della memoria delle tradizioni e della cultura locale, l’assesorato alla Cultura e l’associazione “Amici della vetreria” organizzano una Mostra documentaria intitolata “La lavorazione del vetro tra sogno e realtà” per ripercorrere la sua storia.

La vetreria di Sesto nasce nel 1906, dopo gli stabilimenti già avviati a Livorno, Imola e a Vietri con la presidenza dell’avvocato Modigliani, il quale prese l’oneroso impegno di istituire una cooperativa tra i soffiatori di vetro aderenti al sindacato.

La vetreria ha segnato una pagina della storia di Sesto; la mostra non presenterà solo la produzione delle bottiglie di vetro soffiato ma vuole essere portavoce delle testimonianze degli operai che vi hanno lavorato. Per questo è prevista la pubblicazione di un volume sull’arte vetraria, la realizzazione di una targa commemorativa con la figura simbolo del soffiatore e, a più lungo termine, la progettazione  di un Museo del Vetro.

L’inaugurazione, affiancata da una proiezione di diapositive, si terrà sabato 11 marzo alle ore 16.00 presso lo spazio "Cesare da Sesto" nella Palazzina comunale, spazio allestito per accogliere la mosta che si protrarrà fino al 22 dello stesso mese. 

"La lavorazione del vetro tra sogno e realtà"
Sesto Calende – Spazio "Cesare da Sesto", Palazzina comunale
dall’11 al 22 marzo 2006.
Orari. Mercoledì, sabato e domenica: 10-12, 17-19. Giovedì e venerdì: 17-19.
Ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.