“Una valigia…grandi sogni”: premiati in due

Mbaye Mouhamed, senegalese di 18 anni e Afzal Razwan, pakistano, 17 anni sono i vincitori del concorso di poesia organizzato dall’Universauser varesino

Grandi emeozioni sabato 18 marzo per i corsisti e gli insegnanti del centro Eda di via Confalonieri 27, presso le scuole medie Ponti a Gallarate: Mbaye Mouhamed, senegalese di 18 anni e Afzal Razwan, pakistano, 17 anni, frequentanti il corso di Italiano per stranieri, sono stati premiati per le loro poesie nella I edizione del concorso “Una valigia…tanti sogni”. Il concorso organizzato per la prima volta dall’Universauser varesino, con il patrocinio della Provincia di Varese, il Comune di Varese e il Cesvov, aveva come tema la migrazione e i popoli migranti. Più di 250 i partecipanti, italiani e stranieri. Tra questi, oltre ai primi 5 vincitori, venivano premiate altre venti poesie ritenute particolarmente significative. E quelle di Mouhamed e Afazal erano fra queste. Venerdì mattina Matilde Leone, responsabile dei Corsi di Italiano per stranieri presso le Ponti, aveva ricevuto la notizia con una telefonata dell’Universauser e subito l’eccitazione aveva invaso la scuola. «E’ la prima volta che partecipo ad un concorso di poesia», hanno affermato Mouhamed e Afzal. E hanno vinto. Grandissima la soddisfazione delle insegnanti del centro Eda gallaratese: «E’ un riconoscimento del nostro e del loro lavoro e del loro impegno – spiegano i docenti -. E soprattutto è un modo per rendere visibile al di fuori dalla scuola il lavoro che svolgiamo: i ragazzi non imparano solo l’italiano, ma si integrano nel sociale». Presso le scuole medie Anna Frank, via Carnia 24 a Varese, un ragazzo senegalese e un suo compagno pakistano sono stati premiati e hanno sentito la loro poesia recitata dalle allieve della Scuola di Teatro “Città di Varese”, diretta dalla prof.ssa Anna Bossi Bonomi. Mohamed (foto), al settimo cielo, ha confessato con i suoi occhi marroni sempre sorridenti: «Incornicerò il certificato e metterò il quadro in camera!». Questo pasticcere provetto, in Italia dal 2003, sabato ha chiesto il permesso al suo datore di lavoro per poter andare a ritirare il premio. Felicissimo anche il padre e indescrivibile la gioia dei compagni dei due vincitori, che sabato sono andati in tanti a Varese a fare il tifo. Ancora una volta il Centro Eda si è distinto nella Provincia di Varese. Molto soddisfatta anche la Preside, Carmela Locatelli: «I docenti e i ragazzi stanno svolgendo un ottimo lavoro e sono davvero orgogliosa di questi risultati».

Ecco le poesie premiate:

                                  

                                     Mi vogliono bene: io sono così.

A volte però

Mi guardano

E mi fanno sentire diverso.

Dicono che ho il colore di un cioccolatino,

gli occhi come due mandorle,

i capelli come una foresta.

Eppure…la mia valigia di speranze è come la loro.

 Mbaye Mouhamed (Senegal)

 Io voglio fare il dottore…per aiutare gli altri.

IO voglio fare il minatore…per scavare nella terra.

Io voglio fare il meccanico…per aggiustare le auto.

Io voglio fare il pilota…per ritornare spesso alla mia Terra.

Io voglio fare l’elettricista, il giocatore di pallone e…

Ho fatto una valigia per realizzare tutto questo.

Afzal Rawan (Pakistan)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.