Volare, salta l’accordo sui dipendenti

Riunione fiume in via Carlo Noè. Alitalia e sindacati non firmano il documento sui lavoratori dopo 10 ore di discussione

Incontro fiume nella sede di Volare Group in via Carlo Noè a Gallarate. Al tavolo il mangement del gruppo guidato, ancora per poco, dal commissario straordinario Carlo Rinaldini; Alitalia, rappresentata da Massimo Cestaro, direttore centrale delle “Risorse umane”; i sindacati( Cgil e Cisl). Le parti si sono incontrate per trovare un accordo sulla gestione del personale: in base al piano presentato all’asta per l’acquisizione del vettore low cost, Alitalia aveva infatti garantito il mantenimento dei livelli occupazionali per 24 mesi, l’assorbimento dei cassa integrati in carico alla compagnia gallaratese e la presentazione di un piano per le strategie di gestione del personale. In più i sindacati hanno chiesto ad Alitalia di farsi carico dei circa 2 milioni di euro complessivi che Volare deve ai dipendenti per l’ultima mensilità, non ancora versata. La riunione è durata fino a tarda notte, alle 23.30 Fit Cisl e Filt Cgil hanno abbandonato il tavolo. Alitalia non ha infatti accettato di farsi carico degli stipendi arretrati, nè di trovare un accordo sui trasferimenti dei dipendenti di Volare. La compagnia ha chiesto un rinvio a lunedì prossimo: «Siamo perplessi – spiega Luigi Argiolas, della Filt Cgil -. Dopo la battalia in tribunale di 3/4 mesi, si rinvia ancora, mettendo a rischio il futuro di Volare. Il problema si sposta al Ministero dele Attività produttive, oggi alle 15.30». La firma dell’accordo sindacale è il penultimo passaggio prima della cessione definitiva davanti ad un notaio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.