«A Saronno preferiamo Legnano e Rescaldina»

L’assessore Zaffarono, dopo le incomprensioni con il sindaco saronnese sullo svincolo Saronno Sud. sostiene che per Uboldo è ora di guardare alla riapertura di “antichi canali”

Riceviamo e pubblichiamo

Sono Virginio Zaffaroni Assessore del Comune di Uboldo. Ho appena letto su Varesenews della collezione di insulti che il Sindaco di Saronno, massima autorità monocratica, in occasione di un Consiglio Comunale, massimo organismo istituzionale assembleare, spalleggiato da un suo assessore già famoso per aver deciso piste ciclabili a casa d’altri, ha riservato a noi, poveri cittadini e amministratori di Uboldo.

Sono sorpreso ma neanche troppo. Credo che dalle parti della (attuale) Giunta di Saronno l’insulto, la calunnia, la distorsione dei fatti e delle ragioni altrui, siano intesi ormai come una sorta di prosecuzione della politica con altri mezzi. Tutto perchè Uboldo non si allinea a un’idea antiquata, superata, di viabilità e sviluppo; tutto perchè, a differenza magari d’altri, Uboldo si sente partner di tutti ma vassalla di nessuno. Che volete? Ce ne faremo una ragione. Aggiungeremo i loro insulti al ricco dossier di falsità, calunnie e distorsioni dei fatti di cui da mesi siamo oggetto; ci consoleremo con il sostegno datoci da tante forze vive della politica e della società presenti nel Saronnese. E proseguiremo nella nostra battaglia in nome del buon senso.

Ciò di cui invece non riusciamo a capacitarci è di come l’attuale Giunta di Saronno, con il suo tentativo di imporre a Uboldo uno svincolo stupido e inutile, con i suoi insulti, stia polverizzando in pochi mesi lustri e lustri di buon vicinato tra Uboldo e la propria città di riferimento, abbia posto a rischio gli antichissimi legami fra Uboldo e Saronno, abbia incrinato l’affetto che la comunità uboldese ha sempre nutrito per la "nostra" città. Una ferita che, come qualcuno ha già scritto in queste pagine, non si rimarginerà facilmente.

Lo dico con tristezza: forse è ora che Uboldo, posta sulla direttrice del Legnanese, cominci a pensare alla riapertura di antichi canali di collegamento con Legnano e Rescaldina. Sono importanti aree commerciali, l’ospedale di Legnano è per gli Uboldesi comodissimo,  la stessa Legnano offre una vasta e articolate rete di servizi e commercio. Dobbiamo proseguire il dialogo con la Provincia di Milano, già proficuamente avviato in materia di fermate delle autolinee e che ci sta portando al ripristino in paese di tutte le fermate, affinchè si porti a realizzazione quanto prima il progetto di una linea autobus lungo la ex statale 527 capace di assicurare agli uboldesi comodi e frequenti accessi a Rescaldina e Legnano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore