A Varese due multe per l’acqua: si rischia fino a 500 euro

Controlli a raffica da parte del nucleo ambientale della polizia locale: sotto controllo orti e giardini privati

Sorvegliati speciali in questi giorni parchi e orti della Città Giardino. L’ordinanza parla chiaro: è vietato sprecare acqua in un periodo di magra idrica per lavare le auto e innaffiare il prato. E le prime sanzioni ai cittadini indisciplinati cominciano a fioccare. Poche, in realtà, solo due, ma che comunque fanno intendere che qualcuno cerca, come al solito, di fare il furbo. “Di solito si applica la sanzione minima raddoppiata” fanno sapere dal comune: 50 euro, dal momento che gli importi  delle multe vanno da 25 a 500 euro. Le contravvenzioni sono state elevate nella giornata di mercoledì, mentre ieri, giovedì 15 giugno sono stati effettuati dal nucleo ambientale della polizia locale 25 controlli, che hanno dato esito negativo: prati magari non proprio all’inglese e verdissimi, insomma, ma che per lo meno dimostrano il rispetto dei proprietari  più per la collettività che non per l’esigenza “estetica” di avere un manto verede da cartolina.
Le zone più battute dai vigili sono Avigno, Velate, Calcinate degli Orrigoni, e la Schiranna. Nella giornata di giovedì il lavoro di monitoraggio della polizia locale è proseguito per tutta la giornata fino alle 18, quando tutte le unità sono rimaste impagnate per gli appelli alla cittadinanza con megafono, nella vie del centro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore