Acqua, diminuiscono i consumi, ma la situazione resta critica

Ancora alto il prelievo secondo Aspem, stimato in 470 litri procapite. Nei giorni scorsi rimasti senz’acqua fino a 10 mila varesini

Un lieve miglioramento nei consumi d’acqua c’è stato. Ma la situazione resta ancora critica: troppo alto il consumo procapite in questi giorni, che si è attestato a 470 litri al giorno contro i 260 che in media un varesino consuma normalmente.  
Questi gli ultimi dati sulla situazione idrica che da giorni attanaglia Varese socondo Aspem. Dalla ex municipalizzata arriva quindi la notizia che una prima lieve risposta da parte dei cittadini è arrivata. In mattinata di oggi si è registrato un leggero miglioramento dei livelli dei serbatoi di Varese: 511 litri al secondo uscivano questa mattina dai serbatoi contro i 600 litri al secondo di ieri.

«Considerato che la distribuzione del volantino porta a porta si è conclusa ieri sera, occorre però un maggiore impegno dei varesini dicono da Aspem. Ieri (giovedì 15 giugno ndr) sono rimasti senza acqua 5.000 abitanti, arrivati a 10.000 nelle ore più critiche, su 83.000 abitanti complessivi.

«Alle 14.30 di oggi tutti i cittadini avevano l’acqua a Varese anche se la situazione resta critica. I consumi sono ancora estremamente alti e nella scorsa notte molti impianti di annaffiamento erano ancora funzionanti».

Nel corso del tardo pomeriggio, sulla base dei prelievi attuali, che restano elevati, si prevedono carenze idriche nelle ore serali nelle seguenti zone:

Montello: ora il serbatoio vuoto. Si verificherà quindi progressiva mancanza di acqua nella zona sottesa a partire da via Marzorati, Viale Aguggiari, Via Campigli, zona di Masnago; recupero nelle ore notturne.

S. Ambrogio alta: mancanza di acqua nelle prime ore notturne, in dipendenza dei prelievi; recupero nelle ore seguenti.

Velate: possibile mancanza di acqua in dipendenza dei prelievi

Il servizio organizzato con le autobotti prevede il riempimento diretto con cisterne da 15.000 litri dei serbatoi di Fogliaro e della VII Cappella, con spola continua da parte delle autobotti impegnate.

Sacro Monte: in  piazzale Montanari sarà disponibile un’autobotte da 30.000 litri.

Dal comune di Varese fanno sapere che in giornata, diversi sono stati gli interventi della Protezione civile comunale per rifornire un asilo nido in viale Aguggiari, per portare acqua ad anziani e malati alla Rasa, al Sacro Monte e nella zona alta di Sant’Ambrogio.

Si rinnova l’appello a seguire scrupolosamente l’ordinanza e a non sprecare acqua.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore